GIURÆMILIA rel. 2.2.23.0Skip Navigation Links > Home page

Fascicolo 20/04/2017 n. 28    Documenti n. 19 Giurisprudenza di merito Fascicoli pregressi 2017     Fascicoli precedenti...
 
Attore parzialmente vittorioso
Convenuto parzialmente soccombente
Contratti in generale - Risoluzione per inadempimento - Locazione - Scrittura privata avente oggetto servizi di Bar presso Base Militare - Comunicazione di risoluzione - Specifiche ragioni di inadempimento del conduttore - Non ricorrenza - Illegittima risoluzione -  Garanzia fideiussoria - Restituzione - Risoluzione per inadempimento - Comunicazione di risoluzione per inadempimento - Equivalenza a risoluzione alla scadenza (secondo previsione contrattuale) - Assenza di ragioni di inadempimento - Irrilevanza - Rif.Leg. artt.1453, 1455 cc;

Appellante vittorioso
Appellata soccombente
[APP TRIB RAVENNA] Matrimonio e divorzio - Divorzio: assegno divorzile - Ex coniuge beneficiario dell'assegno d divorzio - Costituzione di nuovo nucleo familiare di fatto - Presupposti per il mantenimento della fruizione dell'assegno divorzile - Caducazione - Persistenza della solidarietà post-matrimoniale - Esclusione - Stato civile - Caducazione delle condizioni per l'assegno di divorzio - Dichiarazione di costituzione di famiglia di fatto - Efficacia probatoria - Rif.Leg.art.5 L.898/1970; artt.1, 6, 13, 21, 33 Dpr 223/1989; [RIFORMA]

Appellante soccombente
Appellato e appellante incidentale soccombente
[APP TRIB FERRARA] Fallimento - Ammissione al passivo - Cooperativa in Amministrazione Straordinaria - Rapporto di subappalto (TAV) - Ammissione al passivo del subappaltatore di crediti dell'appaltatore derivanti da penali maturate nell'esecuzione del contratto - Termine essenziale per la consegna - Inadempimento anteriore all'apertura della procedura - Contratti in generale - Clausola penale - Amministrazione straordinaria - Ammissione della penale ex art.1384 cc al passivo - Riduzione statuita in I grado - Equità - Rif.Leg. artt.1384 cc; artt.72, 93, 98, 99 RD 267/1942;

Appellante soccombente in rito
Appellato vittorioso in rito
[RECLAMO TRIB BOLOGNA] Cooperative - Delibere di esclusione del socio lavoratore - Effettività del rapporto associativo - Estinzione del rapporto mutualistico e del rapporto lavorativo - Impugnazione delle delibere ex art.2533 cc  - Omissione - Impugnazione del licenziamento - Preclusione - Rif.Leg. art.2533 cc; art.1 L.92/2012; art.2 L.141/2001; art.18 L.300/1970;

Appellante parzialmente vittorioso
Appellati parzialmente soccombenti
[APP TRIB BOLOGNA] Comunione e condominio - Ripartizione spese - Lavori di impermeabilizzazione delle autorimesse di proprietà esclusiva - Ripartibilità secondo i valori millesimali - Preclusione - Assemblea: impugnazione delle delibere - Criteri legali di ripartizione delle spese - Delibere di modifica - Nullità -  Rif.Leg. artt.1123, 1125, 1126, 1137, 1421 cc; [RIFORMA PARZIALE]

Appellante vittorioso
Appellato soccombente
[RECLAMO TRIB REGGIO EMILIA] Lavoro rapporto - Licenziamento: giusta causa - Lavoratore straniero - Stato di malattia intervenuto in coda al periodo feriale - Certificazione rilasciata all'estero (Ghana) - Prognosi  non compatibile con la diagnosi medica - Inattendibilità - Rientro tardivo - Licenziamento - Legittimità - Licenziamento: giusta causa - Lavoratore straniero - Malattia simulata in coda al periodo feriale - Prenotazioni di biglietteria aerea con data di rientro posteriore alla ripresa del lavoro - Efficacia probatoria - Rif.Leg. art.1 L.92/2012; artt.5, 18 L.300/1970; [RIFORMA INTEGRALE]

Attori soccombenti
Convenuti vittoriosi
Concorrenza e pubblicità - Tutela della concorrenza e del mercato - Uber - Servizio taxi mediante l'App Uberpop - Equiparazione a car sharing o a car pooling - Esclusione  - Equiparazione a servizio taxi - Ricorrenza - Violazione di norme pubblicistiche - Vantaggi competitivi - Attività di concorrenza sleale per violazione della correttezza professionale - Integrazione - Trasporto contratto - Sistema di trasporto Uber - Trasporto pubblico di persone non di linea a fini di lucro - Integrazione - Discipline comunitaria, nazionale e regionale - Inosservanza - Concorrenza e pubblicità - Competenza e giurisdizione - Violazione della normativa antitrust della UE - Competenza delle Sez. Spec. - Rif.Leg. artt. 1678, 1681, 2598 cc; artt.134 D.lgs 30/2005; artt.82, 86, 116 D.lgs 285/1992; art.1, 2 L.21/1992;

Truffa - Preliminari di vendita di immobili da costruire - Fideiussioni rilasciate da intermediario finanziario straniero non osservante le disposizioni ex artt.18 e 107 TUB - Legittimazione alla concessione di garanzie ex D.lgs 122/2005 - Esclusione - Truffa - Preliminari di vendita di immobili da costruire - Emissione irregolare di fideiussioni - Dolo generico ed induzione in errore - Reato di truffa - Integrazione - Rif.Leg. artt.640 cp; art.2, 3 D.lgs 122/2005; art.18, 106, 107 D.lgs 385/1993; art.4 D.lgs 59/2010;

Attore prevalentemente vittorioso
Convenuto soccombente
Contratti in generale - Contratto per persona da nominare - Preliminare di compravendita immobiliare con riserva di persona da nominare fino al tempo del rogito - Azione di esecuzione specifica con nomina del terzo nell'atto di citazione - Rinuncia in corso di causa - Accertamento della legittimità del recesso - Ammissibilità - Titolarità del terzo nominato all'azione giudiziaria - Vendita - Vendita di immobili - Preliminare di compravendita immobiliare - Omessa consegna del certificato di abitabilità e mancata cancellazione delle ipoteche  - Inadempimento del promittente ad obbligazioni primarie - Azione di risoluzione del contratto proposta dal terzo nominato - Caparra ed acconti - Restituzione - Rif.Leg. artt.177, 1385, 1401, 1458, 1477, 2033, 2932 cc;

Appellante soccombente in rito
Appellato vittorioso in rito
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[APP TRIB MODENA] Stranieri – Status di rifugiato o diritto di asilo – Procedura di protezione internazionale – Definizione con provvedimento di diniego – Ricorso all’ago (Tribunale) – Revoca del permesso di soggiorno – Appello – Inammissibilità – Impugnazioni – Procedimento sommario di cognizione in prime cure – Decisione resa con Ordinanza pronunziata in udienza – Gravame – Proposizione tardiva – Comunicazione del provvedimento – Irrilevanza – Rif. Leg. DL 416/1989; art.5 DLgs 286/1998; artt.702bis, 702ter, 702quater, 176 cpc; artt.13, 136 DPR 115/2002; [INAMMISSIBILITÀ]
[P.M.]

Appellante vittorioso
Appellato soccombente
Richieste del Procuratore Generale intervenuto. Reiezione
[APP TRIB BOLOGNA] Stranieri – Permesso di soggiorno – Cittadino nigeriano – Permesso di soggiorno per motivi umanitari – Istanza di rinnovo – (Assenza di attività lavorativa dell’istante e commissione di reato) – Richiesta da parte della Questura di parere alla Commissione Territoriale per la Protezione Internazionale – Parere non favorevole al rinnovo – Irrilevanza – Protezione umanitaria – Legami recisi con il paese di origine (Nigeria) – Perdurante situazione di instabilità sociale e istituzionale libica (id est : condizione propria dello Stato -Libia- di acquisita appartenenza e provenienza dello straniero) – Permanenza delle ragioni poste a base della concessione del permesso di soggiorno "per motivi umanitari" – Istanza a fini di ‘mantenimento’ della protezione umanitaria – Fondatezza – Rif. Leg. artt.32, 35 DLgs 25/2008; art.19 DLgs 150/2011; artt.702bis, 702ter, 702quater cpc; [RIFORMA INTEGRALE]
[P.M.]

Appellante soccombente
Appellato vittorioso
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[APP TRIB BOLOGNA] Stranieri – Cittadino maliano – Istanza a fini di riconoscimento della Protezione Internazionale – Diniego da parte della Commissione Territoriale – Ricorso alla ago (Tribunale) in primo grado – Reiezione nel merito – Procedimento civile – Procedimento sommario di cognizione – Ricorso all’ago avverso la decisione della Commissione Territoriale per la Protezione Internazionale – Obbligo del Tribunale adìto di audizione dello straniero ricorrente – Insussistenza – Error in procedendo del primo giudice – Esclusione – Stranieri – Domanda di Protezione sussidiaria – Reiterazione della domanda con i motivi di gravame proposti avverso l’Ordinanza (pronunziata in prime cure) di reiezione della istanza di protezione internazionaleInfondatezza nel merito dell’impugnazione (appello) – Contraddittorietà della narrazione e non credibilità (attendibilità) dell’istante – Rilevanza – Esposizione a pericolo di danno grave alla persona nel paese di origine – Esclusione – Domanda in subordine di concessione del Permesso di soggiorno per motivi umanitari – Reiezione – Rif. Leg. DLgs 286/1998; DLgs 251/2007; DLgs 25/2008; artt.702bis, 702ter, 702quater cpc;
[P.M.]

Appellante soccombente
Appellato vittorioso
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[APP TRIB BOLOGNA] Stranieri – Status di rifugiato o diritto di asilo – Cittadino nigeriano – Istanza a fini di riconoscimento della protezione internazionale – Infondatezza – Valutazione di credibilità dell’istante : – scrutinio basato su criteri normativamente tipizzati – Giudizio di attendibilità nel caso di specie – Insussistenza – Genericità e contraddittorietà nell’esposizione degli elementi qualificanti l’azione processuale – Prevalenza – Rispondenza delle allegazioni ai criteri legali di affidabilità – Esclusione – Onere "di collaborazione" nell’accertamento – Inottemperanza – Ragioni tangibili di persecuzione ai fini del riconoscimento dello status di rifugiato – Insussistenza – Rischio effettivo di danno grave all’incolumità e alla vita della persona – Insussistenza – Tutela residuale per motivi comunque umanitari – Inapplicabilità – Conferma della decisione del Tribunale in prime cureRif. Leg. artt.5, 19 DLgs 286/1998; art.4 Dir. 2004/83/CE; artt.1, 2, 3, 7, 8, 14 DLgs 251/2007; artt.8, 32, 35 DLgs 25/2008; artt.702bis, 702ter, 702quater, 92 cpc;
[P.M.]

Appellante soccombente
Appellato vittorioso
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[APP TRIB BOLOGNA] Stranieri – Diritto di asilo e protezione sussidiaria – Cittadino senegalese – Domanda di asilo e di protezione sussidiaria – Infondatezza – Certezza di danni gravi ad personam nel paese d’origine – Insussistenza – Situazione generale di violenza indiscriminata nel paese d’origine – Insussistenza – Permesso di soggiorno per motivi umanitari – Domanda di concessione del permesso di soggiorno per motivi umanitari – Infondatezza – Ricorrenza di gravi motivi umanitari (temporalmente limitati) ostanti il ritorno nel paese d’origine – Insussistenza – (id est : Clausola "generale e di chiusura" in assenza dei requisiti ex lege ai fini del riconoscimento della protezione internazionaleInapplicabilità) – Conferma della decisione resa a definizione del giudizio di primo grado – Rif. Leg. art.5 DLgs 286/1998; artt.3, 9, 14, 15 DLgs 251/2007; artt.91, 702bis, 702ter, 702quater cpc; art.19 DLgs 150/2011; art.35 DLgs 25/2005; art.13 DPR 115/2002; art.1 L 228/2012;
[P.M.]

Appellante vittorioso
Appellato soccombente
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[APP TRIB BOLOGNA] Stranieri – Status di rifugiato o diritto di asilo – Istanza di protezione internazionale – Reiezione della Commissione Territoriale preposta – Ricorso all’ago (Procedimento sommario di cognizione) – Riconoscimento della "protezione umanitaria" (Ordinanza) – Appello del Ministero degli Interni – Fondatezza – Protezione umanitaria – Cittadino di asserita provenienza nigeriana – Genericità e inverosimiglianza delle allegazioni – Lacune rilevanti e contraddittorietà palesi – Esposizione ingiustificata a pericolo della propria persona e della propria famiglia – Dovere ex lege "di collaborazione" a fini di verifica delle dichiarazioni – Inottemperanza – Ricorrenza dei presupposti per la concessione della protezione umanitaria – Insussistenza – Riconoscimento immotivato in prime cureRif. Leg. art.5 DLgs 286/1998; art.3 DLgs 251/2007; artt.702bis, 702ter, 702quater, 92 cpc; [RIFORMA INTEGRALE]
[P.M.]

Appellante soccombente
Appellato vittorioso
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[APP TRIB BOLOGNA] Stranieri – Protezione sussidiaria e protezione umanitaria – Cittadino pakistano – Pericolo all’incolumità personale nel paese d’origine – Personalizzazione della minaccia – (in ispecie : "vendetta privata") Limiti di ammissibilità – Dubbia attendibilità complessiva delle allegazioni – (Carenze degli organi preposti alla tutela della legalità) – Violenza generalizzata nella regione di provenienza dell’istante – Insussistenza – Istanza di protezione sussidiaria – Infondatezza – Istanza a fini di protezione umanitaria (id est : diritto al permesso di soggiorno per motivi umanitari) – Infondatezza – (Conferma della pronunzia del Tribunale adìto in prime cure in esito alla reiezione della istanza da parte della Commissione Territoriale per il riconoscimento della Protezione Internazionale) – Rif. Leg. art.5 DLgs 286/1998; art.14 DLgs 251/2007; art.15 Dir. 2004/83/CE; artt.702bis, 702quater, 92 cpc; art.13 DPR 115/2002;
[P.M.]

Attore prevalentemente vittorioso
Convenuti prevalentemente socconbenti
Successioni - Divisione ereditaria - Successione legittima - Scioglimento della comunione - Dilazione/sospensione della divisione ex art.717 cc - Criterio del pregiudizio del patrimonio ereditario - Prevalenza - Interesse di singoli partecipanti - Dilazione della divisione - Preclusione - Divisione - Beni non divisibili - Bene immobile "non comodamente divisibile - Art.720 cc - Applicazione - Coniuge superstite e coerede di quota maggiore - Attribuzione - Corresponsione di conguaglio agli altri coeredi - Successioni - Coniuge superstite - Successione legittima - Diritto di abitazione - Prelegato - Divisione ereditaria - Valore capitale dei diritti di abitazione - Detrazione dall'asse ereditario - Rif.Leg. artt.540, 581, 713, 717, 718, 720, 1024, 1111, 1113, 1114 cc;

Ricorrente vittorioso
Resistente soccombente
Lavoro rapporto - Appalto - Servizi di trasporto - Subvettore - Autonomia gestionale e impiego di mezzi e personale propri - Fornitura di mano d'opera vietata - Esclusione - Rapporto di appalto - Prevalenza - Rif.Leg. art.1655, 1678 cc; art.29 D.lgs 276/2003;

Circolazione stradale - Guida in stato di alterazione da stupefacenti - Sinistro stradale - Reato di guida in stato di alterazione per uso di stupefacenti - Prelievo ematico - Specifico consenso dell'interessato - Irrilevanza - Guida in stato di alterazione da stupefacenti - Imputato vittima di sinistro stradale - Prelievo ematico - Condizione di indagato - Esclusione - Avviso in ordine alla facoltà di farsi assistere da difensore di fiducia - Non obbligatorietà - Rif.Leg. art.133 cp; artt.224bis, 354 cpp; artt.186, 187 D.lgs 285/1992;


 
Ricerca generale
Ricerca per voci
Area riservata utenti
Corte d'Appello di Bologna
Tribunale dei minori di Bologna
Tribunale di Bologna
Tribunale di Ferrara
Tribunale di Forlì-Cesena
Tribunale di Modena
Tribunale di Parma
Tribunale di Piacenza
Tribunale di Ravenna
Tribunale di Reggio Emilia
Tribunale di Rimini
Giudici di Pace
 
Massime dell'aggiornamento
Note e commenti
dr. Luciano Varotti (Consigliere Corte d'Appello di Bologna)
CORSO DI FORMAZIONE PER GESTORI DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - Il sovraindebitamento e il piano del consumatore
La legge 27 gennaio 2012 n° 3 si propone di dettare misure in materia di usura e di crisi da sovraindebitamento. Ricorda molto una fenice, il noto uccello mitologico famoso per il fatto di risorgere dalle proprie ceneri dopo la morte, se è vero – come lo è – che essa venne preceduta dal DL 22 dicembre 2011 n° 212 ("disposizioni urgenti per l’efficienza della giustizia civile"), le cui disposizioni vennero abrogate dalla legge di conversione del 17 febbraio 2012 n° 10, per risorgere – per l’appunto – con la legge n° 3 del 2012. L’originario impianto normativo contenuto in questa legge venne poi stravolto dall’intervento effettuato con il d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221, grazie al quale siamo arrivati alla attuale formulazione del testo normativo. Direi però che, invece di rinascere giovane e potente, la legge n° 3 ha assunto la forma di un Cerbero, un mostro mitologico tricefalo con un unico corpo: c’è solo da augurarsi che essa non duri 500 anni, come la vera Fenice.
dr.ssa RossellaTalia (Presidente Tribunale di Rimini)
LINEE GUIDA in materia di istanze ex art. 492 bis c.p.c. – 155 quinquies disp. att. c.p.c.
In attesa della operatività dell’accesso alle banche dati da parte dell’ufficiale giudiziario ex art. 492 bis c.p.c. – coincidente con l’inserimento di ciascuna delle banche dati nell’elenco pubblicato sul portale dei servizi telematici (art. 155 quater comma 1 e art. 155 quinquies comma 2 disp. att. c.p.c. nel testo novellato dalla Legge 6 agosto 2015 n. 132, di conversione con modificazioni del Decreto Legge 27 giugno 2015 n. 83) – la ricerca da parte del creditore con modalità telematiche di beni ai fini del pignoramento mobiliare o presso terzi è disciplinata dall’art. 155 quinquies disp. att. c.p.c. in relazione all’art. 492 bis c.p.c.
Avv. Giuseppe Villone (Foro di Bologna)
Brevi note sulle notificazioni in proprio eseguite a mezzo PEC a seguito del D.M 48/2013 e sul Protocollo sulle notificazioni tramite PEC dell’Osservatorio della Giustizia Civile di Bologna del 21 luglio 2014
La possibilità di effettuare notificazioni a mezzo PEC in proprio da parte degli avvocati ai sensi della L. 53/1994 rappresenta indubbiamente forse una delle più significative recenti semplificazioni degli innumerevoli adempimenti formali cui il legale che svolge essenzialmente attività giudiziale è chiamato. Come non ricordare le interminabili code presso gli uffici dell’UNEP per notificare un atto, per poi tornare nuovamente a ritirare l’originale rilasciato dall’ufficiale giudiziario, senza peraltro alcuna sicurezza sul buon esito della notificazione quando il notificando risultava irreperibile e/o trasferito...
Avv. Ciro Giuliano (Foro di Modena)
La scissione parziale come modalità esecutiva di una proposta di concordato preventivo con continuità aziendale
Il Legislatore ha previsto il concordato con continuità aziendale, ipotizzando sia la "prosecuzione dell’attività di impresa da parte del debitore", sia "la cessione dell’azienda in esercizio ovvero il conferimento dell’azienda in esercizio in una o più società, anche di nuova costituzione" (art. 186-bis, L. Fall. Nel primo caso, viene data allo stesso imprenditore la possibilità di uscire dallo stato di crisi, pagando solo in parte i propri debiti e destinando allo scopo solo una parte del suo patrimonio e del cash-flow generato dalla prosecuzione dell’attività d’impresa...
vedi elenco completo...