GIURÆMILIA rel. 2.3.7.0Skip Navigation Links > Home page

Giurisprudenza di merito  Fascicolo 16/05/2019 n. 33    Documenti n. 32   : ORDINE CRONOLOGICO Fascicoli pregressi 2017     Fascicoli precedenti...
 
Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Arceri Alessandra
[RECLAMO] Giudicato civile - Riproposizione dell'istanza cautelare rigettata - Nuove deduzioni - Ammissibilità - Formazione di giudicato cautelare - Ambito e limiti - Concorrenza e pubblicità - Informazioni riservate - Impianti industriali - Sottrazione di know how - Sequestro giudiziario (probatorio) - Ammissibilità - Fumus e periculum - Non configurabilità - Rif.Leg. artt.669septies, 669terdecies, 670 cpc; artt.2, 161 L.633/1941; art.98, 99 D.lgs 30/2005;
Reclamanti soccombenti - Reclamati vittoriosi

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Iovino Pietro
Sanità e sanitari - Responsabilità civile - Intervento chirurgico idoneo e correttamente eseguito - Consenso informato relativo a trattamento di natura diversa - Modulo non specifico - Errata informazione in ordine all'urgenza - Violazione plurima del diritto all'autodeterminazione - Risarcimento del danno - Liquidazione equitativa - Rif.Leg. artt.1218, 2059 cc;
Attore prevalentemente vittorioso - Convenuto parzialmente soccombente

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Arceri Alessandra
Istruzione preventiva - Controversia in regime Gelli Bianco - Termine di 90 gg decorrente dal deposito della perizia all'instaurazione del giudizio ex art.702bis cpc - Natura ordinatoria -  Sanità e sanitari - Responsabilità civile - Disciplina cd Gelli Bianco - Ambito applicativo ratione temporis - Momento dell'introduzione del giudizio -  Responsabilità civile - Trattamento sanitario in equipe - Chirurgo - Obblighi di sorveglianza post operatoria - Inosservanza - Colpa esclusiva - Manleva della casa di Cura ex art.9 co.1 L.24/2017 - Danno morale - Macroinvalidità con esiti depressivi - Personalizzazione - Rif.Leg. art.1218, 1228, 1891, 2059 cc; art.696bis cpc; art.8, 9 L.24/2017;
Ricorrente vittorioso - Resistente soccombente

Tribunale RIMINI - Est. dr. Zavaglia Susanna
Fallimento - Ammissione al passivo: insinuazione tardiva - Ricorso ex art.101 LF ante riforma - Cessionario di obbligazioni finanziarie - Ammissione in via chirografaria al passivo del garante dell'emittente - Prescrizione decennale - Compimento - Pregressa ammissione al passivo di altri obbligazionisti - Effetti interruttivi - Non configurabilità - Rif.Leg. art.1292, 1308, 1310, 2944, 2945 cc; art.55, 101 RD 267/1942;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale MODENA - Est. dr. Conte Vincenzo
Lavoro rapporto - Licenziamento: giustificato motivo soggettivo - Personale addetto alle pulizie - Condotte negligenti - Contestazioni e recidive - Valutazione complessiva - Previsioni del CCNL - Licenziamento per giustificato motivo soggettivo (dispensa di preavviso) - Configurabilità - Rif.Leg. art.2104 cc; art.1 L.92/2012; art.18 L.300/1970; art.3, 5 L. 604/1966;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Marchesini Maurizio
Impiego pubblico - Trasferimento - Dirigente scolastico - Assistenza al congiunto in condizioni di gravità - Trasferimento - Concessione di nulla osta della P.A. di provenienza - Posto vacante nella regione di preferenza - Mobilità interregionale- Fumus e periculum - Sussistenza - Rif.Leg. art.700 cpc; art.3 L.104/1992;
Ricorrente vittorioso - Resistente soccombente

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Scifo Rada Vincenza
Professioni intellettuali - Ordini e Collegi - Psicologo - CTU presso il Tribunale dei Minorenni per l'accertamento dello stato di adottabilità di minore rom in stato di affidamento - Condotte inidonee - Violazione del codice deontologico - Provvedimento disciplinare assunto dall'Ordine - Sospensione temporanea - Configurabilità Rif.leg. artt.17 L.56/1989;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Marchesini Maurizio
Lavoro rapporto - Trasferimento del lavoratore - Appalto di servizi - Clausola di non gradimento - Attivazione - Trasferimento del lavoratore - Configurabilità - Urgenza - Trasferimento del lavoratore - Inibitoria d'urgenza - Fumus - Non configurabilità - Rif.leg. art.2103 cc; art.700 cpc;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale FORLI' - Est. dr. Dioguardi Roberta
Responsabilità civile - Danno cagionato da cose in custodia - Motociclo - Sabbia e ghiaia sul manto stradale - Sinistro intervenuto all'intersezione fra strada comunale e demaniale - Ente Territoriale (Comune) - Legittimazione passiva - Non configurabilità - Danno cagionato da cose in custodia - Sabbia e ghiaia sul manto stradale - Condotta del danneggiato - Prevalenza - Responsabilità ex art.2051 cc - Non configurabilità - Rif.Leg. art.2051 cc; art.100 cpc;
Attore soccombente - Convenuti vittoriosi

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Bernardi Dario
Lavoro rapporto - Licenziamento: disciplinare - Denunzie penali del lavoratore per condotte lesive (aggressione fisica) commesse dal legale rappresentante - Archiviazione - Affermazioni calunniose del lavoratore - Licenziamento per insubordinazione - Giusta causa - Configurabilità - Rif.Leg. art.1 L.92/2012; art.18 L.300/1970;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Sorgi Carlo
[RECLAMO] Impiego pubblico - Trasferimento - Docente di suola primaria - Figlio di età inferiore ai tre anni - Assegnazione temporanea ex art.42bis D.lgs 151/2001 - Posti vacanti di diritto - Necessità - Misura d'urgenza -Preclusione - Rif.Leg. artt.669terdecies, 700 cpc; art.42bis D.lgs 151/2001;
Reclamante soccombente - Reclamato vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Marchesini Maurizio
Lavoro rapporto - Patto di prova - Settore ospedaliero pubblico - Rapporto a tempo indeterminato assistito da patto di prova - Recesso datoriale - Previsione del CCNL - Obbligo di motivazione - Limiti - Discrezionalità datoriale - Prevalenza - Regime probatorio - Condotte discriminatorie - Non configurabilità - Criticità delle prestazioni - Sussistenza - Rif.Leg. artt.2096 cc;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Palladino Filippo
Lavoro rapporto - Licenziamento: ritorsivo - Dipendente italiano della compagna aerea Aeroflot - Condotte vessatorie/mobbizzanti - Finalità espulsive - Licenziamento - Motivo illecito determinante - Reintegrazione - Configurabilità - Mobbing - Condotte vessatorie protratte nel tempo - Finalità espulsive - Mobbing - Integrazione - Rif.Leg. art.1345, 2087 cc; art.1 L92/212; art.19 L.300/1970;
Opponente (rito Fornero) soccombente - Opposto (rito Fornero) vittorioso

Tribunale REGGIO EMILIA - Est. dr. Fioroni Laura
Contratti bancari - Mutuo - Usurarietà - Decreti Ministeriali trimestrali - Atti amministrativi - Produzione in giudizio - Necessità - Mutuo - Mutuo chirografario - Sanatoria di posizioni debitorie pregresse - Nullità per causa illecita - Non configurabilità - Valori mobiliari - Intermediazione finanziaria - Swap - Disciplina del TUF - Applicazione -  Contratto quadro - Necessità - Omessa stipulazione - Nullità - Effetti - Rif.Leg. art.1343 cc; artt.113, 115 cpc; art.23 D.lgs 58/1998;
Opponente parzialmente vittorioso - Opponente parzialmente soccombente

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Gamberini Cinzia
Comunione e condominio - Condominio degli edifici - Opere di ristrutturazione (tubazioni) delle parti comuni - Attraversamento di proprietà esclusiva - Condotte ostative di un condòmino - Imposizione di servitù coattiva nella proprietà esclusiva - Fumus e periculum - Non configurabilità - Rif.Leg. artt.1051, 1117 cc; art.700 cpc;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale PARMA - Est. dr. Chiari Angela
Arbitrato - Arbitrato irrituale - Lodo irrituale - Natura negoziale - Somme liquidate nel lodo - Rideterminazione dell'iva - Impugnazione del lodo irrituale per errore di fatto - Ammissibilità - Error in iudicando - Non censurabilità - Rif.Leg. artt.615, 645, 829 cpc;
Opponente ed opposto soccombenti

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Candidi Tommasi Elisabetta
[APP G DI PACE BOLOGNA] Procedimento civile – Patrocinio – Opposizione a ordinanza ingiunzione – Difesa “personale” (id est : difesa non tecnica prescindente da procuratore legale) – Inammissibilità nel giudizio di appello – Sanzioni amministrative – Violazioni del codice della strada – Ingiunzione di pagamento – Notificazione – Perfezionamento – Regolarità e validità – Prescrizione – Eccezione di prescrizione quinquennale del credito ingiunto – Infondatezza – Interruzione della prescrizione – Atti interruttivi del decorso del termine – Sussistenza – Decadenza – Decadenza dell’ingiungente dal termine stabilito a fini di notificazione – Infondatezza – Tempestività della notificazione – Rif. Leg. artt.14, 22, 23 L 689/1981; artt.82, 429 cpc; artt.2943, 2947, 2964 cc; L 120/2010; art.13 DPR 115/2002; [CONFERMA]
Appellante soccombente - Appellato vittorioso

Tribunale PARMA - Est. dr. Orani Silvia
Separazione dei coniugi - Addebito di colpa - Dedizione generiche e tardive - Domande di addebito reciproche - Inammissibilità - Provvedimenti riguardo ai figli - Affidamento condiviso - Contributo di mantenimento - Liquidazione - Alimenti e mantenimento - Coniuge richiedente - Condizione di non autosufficienza - Attitudine e occasioni lavorative in concreto - Limiti - Contributo di mantenimento - Liquidazione - Configurabilità - Rif.Leg. artt.147, 156, 337ter cc;
Ricorrente e resistente parzialmente soccombenti

Tribunale PARMA - Est. dr. Curadi Stefana
Contratti bancari - Mutuo - Commissione di estinzione anticipata - TAEG - Non computabilità - Remunerazioni contrattuali perdute dalla Banca - Multa penitenziale ex art.1373 cc - Configurabilità - Interessi - Interessi corrispettivi e moratori - Interessi moratori - Funzione risarcitoria - Computabilità - Esclusione - Rif.Leg. artt.1283, 1373, 1815 cc; art.2 L.108/1996; artt.117 D.lgs 385/1993;
Opponente soccombente - Opposto vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Gattuso Marco
Consorzio – Consorzio immobiliare – (Attinenza in fatto a centro commerciale) – Oneri consortili dovuti dal consorziato – Non debenza per cessazione del Consorzio – Infondatezza – Proroga tacita – Consorzio – Recesso del consorziato – Infondatezza – Comportamenti concludenti incompatibili con la volontà di recesso – Prevalenza – Consorzio – Cessazione del rapporto contrattuale – Esclusione – (Natura sostanziale negoziale e “associativa” - e non “condominiale” - del Consorzio) – Indeterminatezza del credito – Infondatezza – Delibere consortili non oggetto di impugnativa – Rilevanza e prevalenza esaustiva – Prescrizione – Interruzione della prescrizione – Credito consortile – Eccezione di prescrizione quinquennale – Infondatezza – Atto stragiudiziale (missiva scritta) nei confronti dell’onerato inadempiente – Idoneità ai fini dell’interruzione del decorso del termine – Rif. Leg. artt.2273, 2285, 2848, 2949 cc;
Attore opponente soccombente - Convenuto opposto vittorioso

Tribunale PIACENZA - Est. dr. Iaquinti Evelina
Contratti bancari - Apertura di credito bancario - Sconfinamenti e superamento del limite delle anticipazioni bancarie - Modifiche contrattuali in pejus - Recesso, segnalazioni a sofferenza e cessione dei crediti - Condotte illegittime e risarcimento del danno - Non configurabilità - Rif.Leg. artt.1175, 1264, 1375 cc;
Attore soccombente - Convenuto vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Porreca Sonia
Filiazione - Contributo al mantenimento dei figli - Prole nata al di fuori del matrimonio - Inadempimento del genitore obbligato - Istanza di corresponsione diretta ex art.156 co.6 cc - Inammissibilità - Disciplina divorzile - Applicazione - Rif.Leg. art.156 cc; art.3 L.219/2012; art.8 L.898/1970;
Ricorrente soccombente in rito - Resistente vittorioso in rito

Tribunale MODENA - Est. dr. Castagnini Umberto
Interessi corrispettivi e moratori - Mutuo bancario - Tasso soglia di usura - Interessi moratori e corrispettivi - Cumulabilità - Esclusione - Interessi corrispettivi e moratori - Mutuo bancario - Principi di Cass.ord.27441/2018 in tema di interessi moratori usurari - Non condivisione - Rif.Leg. artt.1384, 1815 cc; art.644 cp; art.2 L.108/1996; art.1 L.394/2000; art.1 L.24/2000;
Opponente soccombente - Opposto vittorioso

Tribunale REGGIO EMILIA - Est. dr. Dazzi Damiano
Appalto - Accettazione - Lavori di estumulazione -Vizi e danneggiamenti - Mancata accettazione - Denunzia dei vizi - Eccezione di inadempimento - Configurabilità - Inesigibilità del corrispettivo - Limiti - Esatto adempimento del creditore - Onere probatorio - Determinazione del corrispettivo - Preventivo - Assenza di pattuizione - Congruità della somma - Oneri probatori - Rif.Leg. artt.1460, 1655, 1657, 1667, 1668 cc;
Opponente vittorioso - Opposto soccombente

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Matteucci Paola
Promesse unilaterali – Quietanze di pagamento – Valenza di dichiarazione unilaterale recettizia attinente a rapporto fondamentale sottostante (causa del pagamento) – Esclusione – Ricognizione (riconoscimento) di debito – Infondatezza – Promessa di pagamento – Infondatezza – Mutuo – Prova della consegna di denaro – Irrilevanza – Titolo del diritto alla restituzione – Imprescindibilità – Configurabilità nel caso di specie – Esclusione – Rif. Leg. artt.1199, 1813, 1988 cc;
Attore opponente vittorioso - Convenuto opposto soccombente

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Gilotta Paolo
[APP GIUDICE di PACE] Circolazione stradale - Sanzioni - Ordinanza ingiunzione prefettizia - Termini perentori cumulativi - Configurabilità - Accertamento di infrazione - Eccesso di velocità - Accertamento mediante Autovelox PASVC - Omologazione e presunzione di corretto funzionamento - Configurabilità - Rif.Leg. art.142, 192, 203, 204 D.lgs 285/1992;
Appellante soccombente - Appellato vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Rimondini Antonella
Provvedimenti cautelari – Procedimento – Anticipazione con esiti irrevocabili del merito del giudizio – Incompatibilità con il procedimento cautelare – Urgenza – Contratto di finanziamento – Clausola con cessione di 1/5 dello stipendio e vincolo del TFR – Domanda cautelare ante causam di nullità della clausola – Inammissibilità – Urgenza – Cessione del credito – Legittimità – Cessione del TFR – Pattuizione e sottoscrizione specifica della clausola contrattuale – Rilevanza e prevalenza esaustiva – Domanda cautelare ante causam di svincolo del TFR – Reiezione – (Carenza di fumus boni juris e periculum in mora nell’istanza cautelare)Rif. Leg. art.3 DPR 180/1950; artt.669bis, 669octies, 700 cpc; art.2 DL 35/2005 (conversione L 80/2005); art.1341 cc; DLgs 206/2005 (Codice del Consumo);
Ricorrente soccombente in rito e nel merito - Resistente vittorioso in rito e nel merito

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. D'Orazi Marco
Provvedimenti cautelari – Procedimento – Istanza cautelare anteriore a causa risarcitoria – Ammissibilità – Allegazione di documento “preverbale” – Inammissibilità – Urgenza – Segnalazione alla Centrale Rischi di credito giudizialmente contestato – Carenza d’interesse all’iniziativa cautelare – Urgenza – Pericolo concreto (periculum in mora) – Insussistenza – Valenza assorbente (del fumus boni juris) – Istanza cautelare ante causam – Reiezione – Rif. Leg. art.2043 cc; artt.180, 669bis, 700 cpc;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale PIACENZA - Est. dr. Ghisolfi Maddalena
[APP GIUDICE di PACE] Circolazione stradale - Accertamento di infrazione - Eccesso di velocità - Rilevamento mediante Scout Speed - Strumenti di accertamento in mobilità - Obblighi di presegnalazione - Sussistenza - Rif.Leg. art.142 D.lgs 285/1992; art.7 DM 282/2017;
Appellante soccombente - Appellato vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Serra Vittorio
Competenza e giurisdizione civile – Giurisdizione italiana verso lo straniero – Clausola contrattuale – Competenza giurisdizionale esclusiva del giudice straniero – Esclusione – Competenza giurisdizionale del giudice italiano a conoscere del merito della causa – Sussistenza – Competenza per territorio – Residenza del convenuto : – criterio di radicamento della competenza per territorio – Istanza cautelare ante causam – Incompetenza del giudice adìto – Rif. Leg. artt.669bis, 669ter, 671 cpc;
Ricorrente soccombente in rito - Resistente vittorioso in rito

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. D'Addabbo Arianna
Professioni intellettuali – Ordini e Collegi – Ordine degli Psicologi – Delibera sanzionatoria – Procedimento penale instaurato nei confronti dell’appartenete all’Ordine – Effetto interruttivo del decorso del termine quinquennale di prescrizione dell’illecito disciplinare – Ordini e Collegi – Ordine degli psicologi – Sentenza penale irrevocabile – Efficacia di giudicato nel giudizio disciplinare in punto di accertamento del fatto e della sua commissione – Elevato disvalore deontologico ed etico\ professionale del fatto – Evidenza e prevalenza esaustive – Sanzione irrogata (“radiazione”) – Legittimità e fondatezza – Rif. Leg. art.609bis cp; artt.3, 4, 22, 25, 38 Codice Deontologico degli Psicologi Italiani; artt.2, 9 Regolamento Disciplinare del Consiglio dell’Ordine degli Psicologi dell’Emilia Romagna; art.51 DPR 221/1950; art.653 cpp;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso - Conclusioni del Pubblico Ministero. Accoglimento

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Palladino Filippo
Lavoro rapporto - Trasferimento del lavoratore - Dipendente di RFI - Assistenza a congiunto disabile - Trasferimento - Impossibilità organizzativa - Onere di prova specifica - Legittimità del diniego - Non configurabilità - Rif.Leg. artt.2103, 2697 cc; art.33 L.104/1992;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso


 
Ricerca generale
Ricerca per voci
Area riservata utenti
Corte d'Appello di Bologna
Tribunale dei minori di Bologna
Tribunale di Bologna
Tribunale di Ferrara
Tribunale di Forlì-Cesena
Tribunale di Modena
Tribunale di Parma
Tribunale di Piacenza
Tribunale di Ravenna
Tribunale di Reggio Emilia
Tribunale di Rimini
Giudici di Pace
 
Provvedimenti massimati
Note e commenti
Avvocato Giacomo Voltattorni
Nota a sent. Tribunale di Parma del 26/02/2018
Avv.to Astorre Mancini (Fòro di Rimini)
Sovraindebitamento e socio illimitatamente responsabile di società fallibile : nuove aperture della giurisprudenza in attesa dell’attuazione della Legge Delega n.155/2017.
Nota a Tribunale di Rimini 12 marzo 2018, Pres. est. dott.ssa Miconi
Il provvedimento si segnala per l’interpretazione estensiva data al disposto dell’art. 6 della legge 3/2012 che nel disciplinare l’ambito di applicazione della procedura de quo, richiama espressamente “le situazioni di sovraindebitamento non soggette né assoggettabili a procedure concorsuali diverse da quelle regolate dal presente capo”.
Con poche eccezioni di merito (Tribunale di Prato 16 novembre 2016), e facendo leva sul disposto dell’art. 7 secondo comma lett. a) l. 3/2012 per cui “la proposta non è ammissibile quando il debitore, anche consumatore, è soggetto a procedure concorsuali”, la giurisprudenza aveva ribadito di escludere dalla procedura di Sovraindebitamento i soci illimitatamente responsabili di società di persone fallibili, ancorchè detti soggetti non fossero imprenditori e subissero la declaratoria di fallimento soltanto in estensione ai sensi dell’art. 147 l. fall.
dr. Luciano Varotti (Consigliere Corte d'Appello di Bologna)
CORSO DI FORMAZIONE PER GESTORI DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - Il sovraindebitamento e il piano del consumatore
La legge 27 gennaio 2012 n° 3 si propone di dettare misure in materia di usura e di crisi da sovraindebitamento. Ricorda molto una fenice, il noto uccello mitologico famoso per il fatto di risorgere dalle proprie ceneri dopo la morte, se è vero – come lo è – che essa venne preceduta dal DL 22 dicembre 2011 n° 212 ("disposizioni urgenti per l’efficienza della giustizia civile"), le cui disposizioni vennero abrogate dalla legge di conversione del 17 febbraio 2012 n° 10, per risorgere – per l’appunto – con la legge n° 3 del 2012. L’originario impianto normativo contenuto in questa legge venne poi stravolto dall’intervento effettuato con il d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221, grazie al quale siamo arrivati alla attuale formulazione del testo normativo. Direi però che, invece di rinascere giovane e potente, la legge n° 3 ha assunto la forma di un Cerbero, un mostro mitologico tricefalo con un unico corpo: c’è solo da augurarsi che essa non duri 500 anni, come la vera Fenice.
dr.ssa RossellaTalia (Presidente Tribunale di Rimini)
LINEE GUIDA in materia di istanze ex art. 492 bis c.p.c. – 155 quinquies disp. att. c.p.c.
In attesa della operatività dell’accesso alle banche dati da parte dell’ufficiale giudiziario ex art. 492 bis c.p.c. – coincidente con l’inserimento di ciascuna delle banche dati nell’elenco pubblicato sul portale dei servizi telematici (art. 155 quater comma 1 e art. 155 quinquies comma 2 disp. att. c.p.c. nel testo novellato dalla Legge 6 agosto 2015 n. 132, di conversione con modificazioni del Decreto Legge 27 giugno 2015 n. 83) – la ricerca da parte del creditore con modalità telematiche di beni ai fini del pignoramento mobiliare o presso terzi è disciplinata dall’art. 155 quinquies disp. att. c.p.c. in relazione all’art. 492 bis c.p.c.
Avv. Giuseppe Villone (Foro di Bologna)
Brevi note sulle notificazioni in proprio eseguite a mezzo PEC a seguito del D.M 48/2013 e sul Protocollo sulle notificazioni tramite PEC dell’Osservatorio della Giustizia Civile di Bologna del 21 luglio 2014
La possibilità di effettuare notificazioni a mezzo PEC in proprio da parte degli avvocati ai sensi della L. 53/1994 rappresenta indubbiamente forse una delle più significative recenti semplificazioni degli innumerevoli adempimenti formali cui il legale che svolge essenzialmente attività giudiziale è chiamato. Come non ricordare le interminabili code presso gli uffici dell’UNEP per notificare un atto, per poi tornare nuovamente a ritirare l’originale rilasciato dall’ufficiale giudiziario, senza peraltro alcuna sicurezza sul buon esito della notificazione quando il notificando risultava irreperibile e/o trasferito...
Avv. Ciro Giuliano (Foro di Modena)
La scissione parziale come modalità esecutiva di una proposta di concordato preventivo con continuità aziendale
Il Legislatore ha previsto il concordato con continuità aziendale, ipotizzando sia la "prosecuzione dell’attività di impresa da parte del debitore", sia "la cessione dell’azienda in esercizio ovvero il conferimento dell’azienda in esercizio in una o più società, anche di nuova costituzione" (art. 186-bis, L. Fall. Nel primo caso, viene data allo stesso imprenditore la possibilità di uscire dallo stato di crisi, pagando solo in parte i propri debiti e destinando allo scopo solo una parte del suo patrimonio e del cash-flow generato dalla prosecuzione dell’attività d’impresa...
vedi elenco completo...