GIURÆMILIA rel. 2.2.33.0Skip Navigation Links > Home page

Giurisprudenza di merito  Fascicolo 22/05/2018 n. 35    Documenti n. 25   : ORDINE CRONOLOGICO Fascicoli pregressi 2017     Fascicoli precedenti...
 
Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Arceri Alessandra
Assicurazione contratto - Coassicurazione - Assicurazione non obbligatoria - Sentenza di condanna nei confronti del responsabile civile - Coassicurazione - Obbligazioni parziarie - Assicurazioni non costituite nel giudizio - Efficacia della sentenza nei confronti delle assicurazioni coobbligate - Esclusione - Rif.Leg. artt.1306, 1911 cc;
Attore soccombente - Convenuti vittoriosi

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Bernardi Dario
Impiego pubblico - Dirigenti - Spoil system - Art.3 L.145/2002 - Dichiarazione di incostituzionalità - Effetti sui rapporti pregressi non esauriti - Condotte colpose della P.A - Non configurabilità - Conseguenze risarcitorie - Preclusione - Impiego pubblico - Dirigenti - Dirigente presso l'Agenzia delle Entrate - Art.8 DL 16/2012 - Interpelli per l'assegnazione di ruoli dirigenziali vacanti - Pretermissione - Conferimento a funzionari senza qualifica dirigenziale - Discrezionalità - Sussistenza - Rif.Leg. art.8 DL 16/2012; art.1 L.296/2006; art.2 DL 203/2005;art.3 L.145/2002;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale MODENA - Est. dr. Conte Vincenzo
Istruzione pubblica e privata - Trasferimento di sede o di ambito territoriale - Personale docente - Mobilità interprovinciale ex L.107/2015 - Violazione dell'ordine delle priorità - Assegnazione all'ambito territoriale di preferenza - Configurabilità - Impiego pubblico - Trasferimento - Personale docente - Assistenza a congiunto disabile - Diritto di trasferimento - Diritto assoluto - Non ricorrenza - Mobilità interprovinciale dei docenti ex L.107/2015 - Diritti di precedenza intraprovinciali ex art.33 L.104/1992 - Non configurabilità - Rif.Leg. art.33 L.104/1992; art.1 L.107/2015; art.601 D.lgs 297/1994;
Ricorrente parzialmente vittorioso - Resistente parzialmente soccombente

Tribunale MODENA - Est. dr. Cortelloni Manuela
Leasing - Locazione finanziaria di imbarcazione da diporto - Contratto di riacquisto e di sostituzione del bene - Collegamento funzionale - Rifiuto del concedente - Nullità - Esclusione - Leasing - Imbarcazione da diporto - Leasing traslativo - Non configurabilità - Lieve entità dell'opzione - Leasing di godimento - Prevalenza - Risoluzione del contratto per inadempimento - Effetti - Canoni scaduti e mora - Obbligo di pagamento - Rif.Leg. artt.1526 cc;
Attore soccombente - Convenuto vittorioso

Tribunale MODENA - Est. dr. Vaccari Valeria
Lavoro rapporto - Dirigenti d'azienda - Direttore commerciale e marketing - Comunicazione di licenziamento del dirigente - Obblighi ex art.2 L.604/1966 di specificità dei motivi - Non ricorrenza - Obblighi pattizi - Configurabilità - Licenziamento: giustificato motivo oggettivo - Flessione del fatturato - Riorganizzazione aziendale e soppressione della funzione dirigenziale - Sussistenza - Accorpamento della mansione - Scelte imprenditoriali non arbitrarie - Licenziamento del dirigente per giustificato motivo oggettivo - Configurabilità - Rif.Leg. art.1 L.92/2012; art.18 L.300/1970; art.2 L.604/1966;
Ricorrente soccombente - Resistente vittorioso

Tribunale PARMA - Est. dr. Orlandi Elena
Previdenza sociale - Cumulo di pensione e di retribuzione - Disoccupazione - Istanza di pensione di vecchiaia - Instaurazione di rapporto di lavoro subordinato al momento della decorrenza della pensione - Revoca della pensione e ripetizione di indebito - Illegittimità - Supplemento pensionistico - Configurabilità - Rif.Leg. artt.1 D.lgs 503/1992; art.22 L.153/1969;
Ricorrente vittorioso - Resistente soccombente

Tribunale PARMA - Est. dr. Orani Silvia
Assicurazione contratto - Surrogazione o rivalsa - Assicurazione per conto altrui - Sinistro stradale - Stato di ebbrezza - Azione di rivalsa nei confronti del beneficiario dell'assicurazione responsabile del sinistro, nei confronti del contraente e del proprietario del veicolo - Configurabilità - Assicurazione - Contratto di assicurazione - Clausole generali di operatività della garanzia - Subordinazione a regole di prudenza - Doppia sottoscrizione - Vessatorietà - Non ricorrenza - Rif.Leg. artt.144 D.lgs 209/2005; art.33 D.lgs 206/2005;
Attore vittorioso - Convenuti soccombenti

Tribunale REGGIO EMILIA - Est. dr. Di Paolo Simona
Termini processuali civili- Sospensione feriale - Opposizione all'esecuzione - Sospensione feriale - Inapplicabilità - Esecuzione forzata - Opposizione all'esecuzione - Giudizi di opposizione all'esecuzione - Fase sommaria e fase ordinaria - Sospensione feriale - Inapplicabilità - Rif.Leg. artt.615, 617 cpc; art.92 L.742/1969;
Opponente soccombente in rito - Opposto vittorioso in rito

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Guidotti Pietro
[APP TRIB BOLOGNA] Contratti atipici – Concessione di vendita – in ispecie : ricorrenza di contratto di distribuzione con clausola di esclusiva – Inottemperanza all’onere delle prova – Assenza di forma scritta e di pattuizione analitica – Rilevanza – Principio di “libertà delle forme contrattuali” – Irrilevanza – Presupposti della concessione di vendita : – a. contratto “quadro” – b. nesso di scambio-collaborazione – Insussistenza – Clausola di esclusiva – Insussistenza a fortiorimero Contratto di compravendita – Rilevanza e prevalenza esaustiva – Peculiarità del protrarsi nel tempo del rapporto – Irrilevanza – Danno patrimoniale da condotte di concorrenza sleale o abuso di posizione dominante – Infondatezza – Rif. Leg. artt.1321, 1322, 1325, 2697 cc; [CONFERMA]
Appellante soccombente - Appellato vittorioso
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Varotti Luciano
[APP TRIB BOLOGNA] Concorrenza sleale – Correttezza professionale – Emittente in radiodiffusione a livello nazionale – Sovrapposizione di emittente locale sulla medesima frequenza – Preuso tutelabile in ambito spaziale delle emissioni – Diritto esclusivo sulla banda – id est : illegittimità delle interferenze – Accertamento di concorrenza sleale – in ispecie : condotta in violazione della correttezza professionale – Concorrenza sleale – Accertamento dell’illecito – Presunzione di colpa – Obbligo di risarcimento del danno – Condanna generica in I grado – Legittimità – Conferma in esito a gravame – Rif. Leg. artt.2598, 2600 cc; art.278 cpc; [CONFERMA]
Appellante soccombente - Appellato vittorioso
[P.M.]

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Vicini Massimo
Responsabilità civile - Responsabilità dei padroni e dei committenti - Promotore finanziario - Appropriazione indebita - Occasionalità necessaria - Sussistenza - Responsabilità dell'intermediario preposto - Responsabilità dei padroni e dei committenti - Appropriazioni non riconducibili al mandato - Acquiescenza/collusione degli investitori - Responsabilità ex art.2049 cc - Non configurabilità  - Prescrizione e decadenza - Decorrenza della prescrizione - Appropriazione indebita - Patteggiamento - Prescrizione - Contumacia - Eccezione del condebitore - Inefficacia nei confronti del contumace - Decorrenza della prescrizione - Pretese risarcitorie nei confronti della banca - Prescrizione quinquennale - Dies a quo - Maturazione della prescrizione - Limiti - Sentenza penale - Termine di prescrizione - Sovrapponibilità  - Decorrenza della prescrizione - Possibilità legale - Fatti impeditivi del decorso della prescrizione - Ipotesi tassative - Rif.Leg. art.2049, 2935, 2941, 2947 cc; art.232 cpc;
Attori parzialmente vittoriosi - Convenuto parzialmente soccombente

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Ferrigno Lucia
[APP TRIB REGGIO EMILIA] Intermediazione finanziaria – Valori mobiliari – Azioni ed Obbligazioni – “Contratto quadro” redatto per iscritto – Sottoscrizione dell’investitore – Assenza di sottoscrizione dell’intermediario finanziario – Validità ed efficacia del contratto – (Fattispecie applicativa di Corte di Cassazione, Sezioni Unite, sentenza n. 898 del 2018) – Ordini di acquisto non redatti per iscritto – Nullità – Infondatezza – Ratifica in ispecie dell’investitore – Rilevanza e prevalenza esaustiva – Contratti in generale – Risoluzione per inadempimento – Intermediazione finanziaria – Valori mobiliari – Doveri dell’intermediario finanziario di informazione e di valutazione dell’adeguatezza dell’investimento – Obbligo di diligenza professionale – Inadempimento grave in nesso causale con il danno – Operazione di investimento eseguita in conflitto di interessi – Risoluzione dell’operazione di investimento – (Domanda di accertamento della nullità c.d. “selettiva” del contratto quadro – Abuso del diritto – Esclusione) – Adesione all’OPS – Irrilevanza – Indebito oggettivo – Domanda dell’investitore di ripetizione di indebito – Fondatezza – Obbligo dell’intermediario di restituzione del capitale investito – Detrazione delle cedole e dei dividendi percepiti – Esclusione – Accipiens in mala fede – Insussistenza – Debenza del maggior danno da svalutazione – Esclusione – Debenza degli interessi legali dalla domanda al saldo – Obbligo dell’investitore di restituzione delle plusvalenze percepite in esito alla sentenza di I grado – Rif. Leg. artt.21, 23 DLgs 58/1998 (TUF - Testo Unico in materia di Intermediazione Finanziaria); artt.27, 28, 29 vigenti ratione temporis Reg. Consob 11522/1998; art.8 Del. Consob 11768/1998; artt.1176, 1224, 1227, 1399, 1453, 1455, 2033 cc; art.47 Cost; artt.92, 345 cpc;[RIFORMA PARZIALE]
Appellante prevalentemente soccombente - Appellato prevalentemente vittorioso
[P.M.]

Tribunale FORLI' - Est. dr. Orlandi Anna
Separazione dei coniugi - Addebito di colpa - Contesto coniugale conflittuale - Indifferenza alla vita familiare e condotte offensive - Crisi coniugale - Preesistenza - Efficacia causale - Esclusione - Provvedimenti riguardo ai figli - Alta conflittualità - Affidamento condiviso con collocazione presso la madre - Esercizio separato dell'ordinaria amministrazione - Alimenti e mantenimento - Figlio maggiorenne - Autosufficienza economica - Onere di prova del genitore obbligato - Configurabilità - Rif.Leg. artt.151, 337ter cc;
Ricorrente parzialmente soccombente - Resistente parzialmente soccombente

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Pugliese Maria Luisa
Infortuni sul lavoro - Tutela delle condizioni di lavoro - Dipendenti comunali - Corsi formativi "ginnici"- Infortunio - Inadeguatezza dei luoghi e e dell'organizzazione - Responsabilità del datore pubblico ex art.2087 cc e del gestore ex art.2043 cc - Configurabilità - Risarcimento del danno - Liquidazione - Rif.Leg. artt.1218, 2059, 2087 cc;
Ricorrente vittorioso - Resistenti soccombenti

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Allegra Antonella
Matrimonio e divorzio - Efficacia di sentenze e di atti stranieri - Procedimento di separazione instaurato in Italia fra cittadini italiani residenti abituali in Thailandia - Sentenza di divorzio resa da tribunale Thailandese intervenuta nella more del giudizio - Riconoscimento di sentenza straniera - Criteri - Efficacia - Giudizio di separazione - Cessazione - Improponibilità - Competenza e giurisdizione civile - Litispendenza e continenza - Litispendenza internazionale - Giudizi di separazione e di divorzio - Diversità delle cause petendi - Litispendenza - Preclusione - Rif.Leg. artt.7, 32, 64, 65, 67 L.218/1995; artt.19, 21 Reg.UE 2201/2003; art.8 Reg.UE 1259/2012;
Ricorrente soccombente in rito - Resistente vittorioso in rito

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Varotti Luciano
[APP TRIB RIMINI] Società – S.p.A. – Impugnazione di delibera assembleare – Delibera di approvazione del bilancio e della situazione patrimoniale – Domanda a fini di pronunzia dichiarativa di inesistenza o di nullità o di annullamento della delibera – Cancellazione della società dal Registro delle Imprese – Legittimazione passiva dei soci dell’ente estinto a fronte dell’impugnazione – Esclusione – Sopravvenuta carenza dell’interesse ad agire – Rilevanza e prevalenza esaustiva – Cessazione della materia del contendere – Spese giudiziali – Regolamento delle spese: gradi precedenti – Liquidazione delle spese del giudizio cautelare e della fase di reclamo – Omissione – Liquidazione delle spese del giudizio di merito I grado – Erroneità – Riferimento necessario al principio di soccombenza virtuale – Fondatezza del gravame incidentale sul punto – Rif. Leg. artt.2378, 2488, 2495 cc; artt.91, 100 cpc; artt.28, 29 DM 55/2014; [RIFORMA PARZIALE]
Appellante soccombente in rito - Appellato Appellante incidentale vittorioso in rito e nel merito
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Guidotti Pietro
[APP TRIB MODENA] Società – Istituto di credito costituito in forma di Società Cooperativa – Delibera assembleare – Delibera dell’assemblea ordinaria di elezione del Presidente del C.d.A. e dei Consiglieri – Impugnazione della delibera – Previsione statutaria di staggered board – Contrarietà con norme imperative stabilite a tutela delle minoranze – Nullità della delibera per illiceità dell’oggetto – Infondatezza – Appello – Prove e domande nuove – Decadenza in I grado dalla facoltà di deposito di memorie istruttorie – Rimessione in termini in sede di giudizio di appello – Esclusione – Principio di inammissibilità di nuovi mezzi di prova – Rilevanza e prevalenza esaustiva – Rif. Leg. artt.2379 cc; art.147ter DLgs 58/1998 (TUF Testo Unico in materia di Intermediazione finanziaria); artt.183, 345 cpc; [CONFERMA]
Appellante soccombente in rito e nel merito - Appellato vittorioso
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. De Cristofaro Anna
[APP TRIB REGGIO EMILIA] Società – Fusione – Fusione nel settore bancario – Fusione tra S.p.A. quotata in borsa e S.p.A. non quotata in borsa – Incongruità e inadeguatezza del “rapporto di concambio” nella fusione – Infondatezza – Fusione prescindente dal metodo del “valore di borsa” (di mercato) – CTU (in I e II grado)\ Consulente delle società\ Esperto nominato dal Presidente del Tribunale\ Rispettivi management – Adeguatezza della prassi applicata – Natura previsionale degli elementi documentali di riferimento – Rispondenza alla caratteristica intrinseca del business planFusione – Metodiche attuative e valutative impiegate – Validità sul piano economico-finanziario – in ispecie :a. metodo DDM (Dividend Value Added) – Attinenza alla reddittività – b. Metodo EVA (Economic Value Added) – Potenziale di crescita aziendale – Azioni – Azionista di minoranza – Danno subìto e determinabile in esito alla fusione – Esclusione – Istanza risarcitoria – Infondatezza – Spese giudiziali – Regolamento delle spese: gradi precedenti – Prevalenza della soccombenza integrale sulla compensazione – Reiterazione tout court con il gravame dell’azione già respinta in I grado – Responsabilità processuale aggravata – Esclusione – Rif. Leg. artt.2501, 2043 cc; artt.91, 96 cpc; [RIFORMA PARZIALE]
Appellante soccombente - Appellato Appellante incidentale vittorioso
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Guidotti Pietro
[APP TRIB BOLOGNA] Concorrenza sleale – Informazioni riservate – Appropriazione di informazioni riservate da parte di soggetto interposto – Illecito concorrenziale – Sussistenza – Concorrenza sleale – Natura propria di illecito aquiliano – Danno da illecito concorrenziale – Danno da appropriazione di informazioni riservate – Inottemperanza all’onere della prova – Danno in re ipsa – Esclusione – Nesso causale tra condotta e danno – id est : pregiudizio in ispecie economicamente valutabile – Insussistenza – Liquidazione equitativa del danno – Esclusione – Concorrenza sleale – Sanzioni – Pubblicazione della sentenza – Sanzione autonoma rimessa alla discrezionalità del giudice – Domanda di comminatoria – Infondatezza – Rif. Leg. artt.1226, 2043, 2598, 2599, 2600 cc; [CONFERMA]
Appellante soccombente - Appellato Appellante incidentale soccombente
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Ferrigno Lucia
[APP TRIB FERRARA] Contratti bancari – Contratto di conto corrente – C\c\bancario di corrispondenza – Valute c.d. “fittizie” – Decadenza del correntista dalla facoltà di rilievo – Insussistenza – Illegittimità degli addebiti – Fondatezza – Apertura di credito bancario – Conclusione per facta concludentia del contratto di apertura di credito – Accertamento presuntivo (ex indizi precisi, gravi e concordanti) – Natura ripristinatoria delle rimesse – Fondatezza – Limite dell’affidamento e rimesse di natura solutoria – Inottemperanza della Banca all’onere della prova – Indebito oggettivo – Azione del correntista di ripetizione di indebito – Eccezione di decorrenza del termine decennale di prescrizione – Infondatezza – Interessi – Anatocismo – Capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi – Nullità – Tasso applicato – Illegittimità – Intervento in causa – Giudizio di appello – Intervento in causa volontario ad adiuvandum – Inammissibilità – Rif. Leg. artt.1283, 1284, 1815, 1832, 1842, 1843, 2033, 2729 cc; art.5 L 154/1992; artt.117, 124 DLgs 385/1993 (TUB); Del. Cicr 09.02.2000; art.105 cpc; [CONFERMA]
Appellante soccombente - Appellato vittorioso
[P.M.]

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Arceri Alessandra
Invenzioni industriali – Brevetti – Iniziativa cautelare – Provvedimento inaudita altera parte di descrizione – Rilievo di litispendenza e definizione obbligata in rito – Esclusione – Invalidità della descrizione per violazione del contraddittorio – Incongruità – Brevetti – Validità – Divulgazione – Esclusione – Novità ed altezza inventiva – Sussistenza – Validità dei brevetti (fumus boni juris) – Fondatezza – Nullità dei brevetti (fumus boni juris) – Insussistenza – Brevetti – Contraffazione – Accordi onerosi di sfruttamento delle privative – Rapporto di concessione (di licenza) non prorogato (non perfezionatosi) – Contraffazione tout court (fumus boni juris) – Fondatezza – Contraffazione “indiretta” (fumus boni juris) – Fondatezza – (Esiti valutativi del giudice difformi dalle conclusioni del CTU) – Cessazione spontanea dalla contraffazione – Insussistenza – Periculum in mora presunto (ex presunzione juris tantum) – Fondatezza – Tutela giudiziale – Domanda cautelare – Accoglimento – Ordinanza di descrizione inaudita altera parte – Conferma – Rif. Leg. artt.45, 46, 47, 66 nuova formulazione, 120, 129, 130, 131 DLgs 30/2005 (Codice della Proprietà Industriale); artt.669sexies, 669octies cpc;
Ricorrente vittorioso - Resistente soccombente
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Brusati Stefano
[APP TRIB BOLOGNA] Lavoro rapporto - Accertamento di subordinazione - DPL - Accertamento - Prestazioni lavorative - Elementi essenziali della subordinazione - Onere di prova - Collaborazione autonoma - Compatibilità - Rif.Leg. artt.2094, 2697cc; [RIFORMA INTEGRALE]
Appellante vittorioso - Appellato soccombente

Tribunale PARMA - Est. dr. Sinisi Nicola
Filiazione - Contributo al mantenimento dei figli - Mantenimento dei figli - Azione di regresso pro quota nei confronti del padre naturale - Periodo di inadempimento - Liquidazione - Criteri - Domande nuove - Atto introduttivo - Indeterminatezza del petitum - Riformulazione della domanda nella I memoria - Passaggio dalla domanda di contributo in favore dei figli alla domanda di regresso pro quota - Mutatio libelli - Esclusione - Persistenza della vicenda sostanziale originariamente dedotta - Variazione della domanda - Ammissibilità - (applicazione di Cass.12310/2015) - Rif.leg. artt.142, 149, 261, 315bis, 1242, 1243, 1299 cc; art.183 cpc;
Attore prevalentemente vittorioso - Convenuto prevalentemente soccombente

Tribunale REGGIO EMILIA - Est. dr. Boiardi Simona
Prove civili - Confessione - Opposizione a decreto ingiuntivo - Compensi professionali - Riconoscimento di fatti sfavorevoli al dichiarante - Natura confessoria - Effetti - Confessione - Animus confitendi - Consapevolezza del valore probatorio della dichiarazione - Non rilevanza - Confessione - Revoca per invalidità della confessione - Modalità probatoria - Rif.Leg. artt.2730, 2732, 2733, 2735 cc;
Opponente soccombente - Opposto vittorioso

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Costanzo Antonio
Procedimento civile - Interruzione del processo - Fase decisoria - Deposito telematico di intervenuto fallimento in pendenza dei termini per memorie conclusionali - Contraddittorio in assenza di udienza - Interruzione del processo - Configurabilità - Rif.Leg. artt.300 cpc; art.43 RD 267/1942;


 
Ricerca generale
Ricerca per voci
Area riservata utenti
Corte d'Appello di Bologna
Tribunale dei minori di Bologna
Tribunale di Bologna
Tribunale di Ferrara
Tribunale di Forlì-Cesena
Tribunale di Modena
Tribunale di Parma
Tribunale di Piacenza
Tribunale di Ravenna
Tribunale di Reggio Emilia
Tribunale di Rimini
Giudici di Pace
 
Provvedimenti massimati
Note e commenti
Avvocato Giacomo Voltattorni
Nota a sent. Tribunale di Parma del 26/02/2018
Avv.to Astorre Mancini (Fòro di Rimini)
Sovraindebitamento e socio illimitatamente responsabile di società fallibile : nuove aperture della giurisprudenza in attesa dell’attuazione della Legge Delega n.155/2017.
Nota a Tribunale di Rimini 12 marzo 2018, Pres. est. dott.ssa Miconi
Il provvedimento si segnala per l’interpretazione estensiva data al disposto dell’art. 6 della legge 3/2012 che nel disciplinare l’ambito di applicazione della procedura de quo, richiama espressamente “le situazioni di sovraindebitamento non soggette né assoggettabili a procedure concorsuali diverse da quelle regolate dal presente capo”.
Con poche eccezioni di merito (Tribunale di Prato 16 novembre 2016), e facendo leva sul disposto dell’art. 7 secondo comma lett. a) l. 3/2012 per cui “la proposta non è ammissibile quando il debitore, anche consumatore, è soggetto a procedure concorsuali”, la giurisprudenza aveva ribadito di escludere dalla procedura di Sovraindebitamento i soci illimitatamente responsabili di società di persone fallibili, ancorchè detti soggetti non fossero imprenditori e subissero la declaratoria di fallimento soltanto in estensione ai sensi dell’art. 147 l. fall.
dr. Luciano Varotti (Consigliere Corte d'Appello di Bologna)
CORSO DI FORMAZIONE PER GESTORI DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - Il sovraindebitamento e il piano del consumatore
La legge 27 gennaio 2012 n° 3 si propone di dettare misure in materia di usura e di crisi da sovraindebitamento. Ricorda molto una fenice, il noto uccello mitologico famoso per il fatto di risorgere dalle proprie ceneri dopo la morte, se è vero – come lo è – che essa venne preceduta dal DL 22 dicembre 2011 n° 212 ("disposizioni urgenti per l’efficienza della giustizia civile"), le cui disposizioni vennero abrogate dalla legge di conversione del 17 febbraio 2012 n° 10, per risorgere – per l’appunto – con la legge n° 3 del 2012. L’originario impianto normativo contenuto in questa legge venne poi stravolto dall’intervento effettuato con il d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221, grazie al quale siamo arrivati alla attuale formulazione del testo normativo. Direi però che, invece di rinascere giovane e potente, la legge n° 3 ha assunto la forma di un Cerbero, un mostro mitologico tricefalo con un unico corpo: c’è solo da augurarsi che essa non duri 500 anni, come la vera Fenice.
dr.ssa RossellaTalia (Presidente Tribunale di Rimini)
LINEE GUIDA in materia di istanze ex art. 492 bis c.p.c. – 155 quinquies disp. att. c.p.c.
In attesa della operatività dell’accesso alle banche dati da parte dell’ufficiale giudiziario ex art. 492 bis c.p.c. – coincidente con l’inserimento di ciascuna delle banche dati nell’elenco pubblicato sul portale dei servizi telematici (art. 155 quater comma 1 e art. 155 quinquies comma 2 disp. att. c.p.c. nel testo novellato dalla Legge 6 agosto 2015 n. 132, di conversione con modificazioni del Decreto Legge 27 giugno 2015 n. 83) – la ricerca da parte del creditore con modalità telematiche di beni ai fini del pignoramento mobiliare o presso terzi è disciplinata dall’art. 155 quinquies disp. att. c.p.c. in relazione all’art. 492 bis c.p.c.
Avv. Giuseppe Villone (Foro di Bologna)
Brevi note sulle notificazioni in proprio eseguite a mezzo PEC a seguito del D.M 48/2013 e sul Protocollo sulle notificazioni tramite PEC dell’Osservatorio della Giustizia Civile di Bologna del 21 luglio 2014
La possibilità di effettuare notificazioni a mezzo PEC in proprio da parte degli avvocati ai sensi della L. 53/1994 rappresenta indubbiamente forse una delle più significative recenti semplificazioni degli innumerevoli adempimenti formali cui il legale che svolge essenzialmente attività giudiziale è chiamato. Come non ricordare le interminabili code presso gli uffici dell’UNEP per notificare un atto, per poi tornare nuovamente a ritirare l’originale rilasciato dall’ufficiale giudiziario, senza peraltro alcuna sicurezza sul buon esito della notificazione quando il notificando risultava irreperibile e/o trasferito...
Avv. Ciro Giuliano (Foro di Modena)
La scissione parziale come modalità esecutiva di una proposta di concordato preventivo con continuità aziendale
Il Legislatore ha previsto il concordato con continuità aziendale, ipotizzando sia la "prosecuzione dell’attività di impresa da parte del debitore", sia "la cessione dell’azienda in esercizio ovvero il conferimento dell’azienda in esercizio in una o più società, anche di nuova costituzione" (art. 186-bis, L. Fall. Nel primo caso, viene data allo stesso imprenditore la possibilità di uscire dallo stato di crisi, pagando solo in parte i propri debiti e destinando allo scopo solo una parte del suo patrimonio e del cash-flow generato dalla prosecuzione dell’attività d’impresa...
vedi elenco completo...