GIURÆMILIA rel. 2.2.23.0Skip Navigation Links > Home page

Fascicolo 26/07/2017 n. 53    Documenti n. 33 Giurisprudenza di merito Fascicoli pregressi 2017     Fascicoli precedenti...
 
Appellante vittorioso
Appellato soccombente
[APP TRIB BOLOGNA] Lavoro rapporto - Assunzione e costituzione del rapporto - Trattative per la costituzione di rapporto di lavoro - Colloquio valutativo con il terzo destinatario delle prestazioni - Sottoscrizione di impegno all'assunzione condizionato dal giudizio favorevole del terzo - Puntuazione non vincolante - Esclusione - Accordo negoziale - Prevalenza - Inadempimento del prestatore all'obbligo di assunzione - Responsabilità contrattuale - Accordi vincolanti per l'assunzione - Inadempimento del prestatore all'obbligo di assunzione - Perdita della commessa da parte dell'assumente - Risarcimento del danno - Liquidazione - Rif.Leg. artt.1218, 1337, 2094 cc;

Opponente soccombente
Opposto vittorioso
Esecuzione - Esattorie ed esecuzione esattoriale - Crediti tributari - Opposizione all'ordine di pagamento ex art.57 Dpr 602/1973 - Deduzione della nullità dell'atto di pignoramento per indeterminatezza della pretesa azionata - Ammissibilità dell'impugnazione - Informazioni attinenti al credito azionato (estremi identificativi delle cartelle notificate) - Conoscibilità - Notificazione: a mezzo posta - Consegna del plico (e sottoscrizione degli avvisi di ricevimento) a soggetti non conviventi anagraficamente - Presunzione di conoscenza - Omessa notifica della cd C.A.N. - Vizi della notificazione - Esclusione - Rif.Leg. art.1335 cc; artt.546, 615 cpc; artt.26, 57, 72bis Dpr 602/1973; art.7 L.890/1982;


Attore parzialmente vittorioso
Convenuto parzialmente soccombente
Infortuni sul lavoro - Inail: azioni di surrogazione regresso e rivalsa - Infortunio in itinere - Assegno di invalidità - Azione surrogatoria dell'Inail nei confronti dei terzi responsabili - Surrogazione dell'assicurazione sociale ex art.14 L.222/1984 - Specificazione della surrogazione ordinaria - Configurabilità - Subentro nei diritti del danneggiato - Inail: azioni di surrogazione regresso e rivalsa - Termini prescrizionali per il risarcimento del danno - Azione surrogatoria dell'assicuratore sociale - Esperibilità - Inail: azioni di surrogazione regresso e rivalsa - Surroga dell'assicuratore sociale - Ambito e limiti - Estensione a danni diversi (biologico) non compresi nell'indennizzo corrisposto - Esclusione - Limitazione della surroga al danno per perdita della capacità lavorativa specifica - Configurabilità - Rif.Leg. artt.111 cpc; art.1916 cc; artt.1, 14 L.222/1984; art.142 D.lgs 209/2005;

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Responsabilità civile - Responsabilità civile dei magistrati - Sentenza della Corte di Cassazione di revoca della dichiarazione di fallimento - Azione di risarcimento del danno per errori giudiziari intervenuti nel corso dei giudizi di I e II grado - Responsabilità civile dei magistrati - Responsabilità civile dei magistrati della Corte di Appello per omessa rilevazione dei vizi di notifica della sentenza di fallimento - Colpa grave dei giudici - Configurabilità - Nesso casuale fra errore giudiziario e danno - Non ricorrenza - Giudizio controfattuale - Inevitabilità del fallimento - Rif.Leg. artt.2 L.117/1988; artt.139, 140, 347, 348 cpc; art.15, 18, 154 RD 267/1942;

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
Circolazione stradale - Ebbrezza - Sinistro stradale - Collisione fra motociclo ed autoveicolo - Vittima del sinistro - Somministrazione di morfina antidolorifica in fase di soccorso - Esame delle urine - Positività agli oppiacei - Stato di ebbrezza e/o di alterazione da sostanze stupefacenti - Esclusione - Assicurazione della responsabilità civile - Danno non patrimoniale - Invalidità permanente - Criterio tabellare - Franchigia - Riduzione del quantum da liquidare - Rif.Leg. art.2059 cc; art.186, 187 D.lgs 285/1992;

Attori vittoriosi
Convenuto soccombente
Filiazione - Obbligo di mantenimento dei figli - Dichiarazione giudiziale di paternità - Azione risarcitoria del figlio naturale maggiorenne nei confronti del padre biologico per violazione dei doveri nascenti dalla paternità - Imprescrittibilità - Illecito endo familiare - Ostinato rifiuto al riconoscimento - Risarcimento del danno patrimoniale e non patrimoniale - Liquidazione - Criteri - Danno da perdita di chances - Azione risarcitoria del figlio naturale nei confronti del padre biologico per violazione dei doveri nascenti dalla paternità - Perdita di chances per inadempimento agli obblighi di istruzione ed assistenza - Liquidazione del danno  - Criteri - Filiazione - Contributo al mantenimento dei figli - Madre naturale adempiente - Azione di regresso pro quota - Termine di prescrizione decennale - Dies a quo - Momento dell'accertamento giudiziale di paternità - Indennizzo - Liquidazione - Criteri - Rif.Leg. artt.43, 148, 269, 270, 273, 274, 1182, 1299, 2059 cc; art.3, 4, 20 cpc; art.3, 5 L.218/1995;

Ricorrente vittorioso
Resistente soccombente
Previdenza sociale - Fondo di garanzia - Crediti da rapporto di lavoro - Fallimento del datore - Chiusura anticipata del fallimento per insufficienza dell'attivo - Procedure esecutive - Insuscettibilità - Accertata insolvenza del datore - Accesso al Fondo di Garanzia presso l'Inps - Configurabilità - Rif.Leg. artt.118 RD 267/1942; artt.2, 3 Dir.CE 94/2008; art.2 L.297/1982; art.1 D.lgs 80/1992;

Opponente soccombente in rito
Opposto vittorioso in rito
Notificazione (mat.civile) - Notificazione telematica: a mezzo PEC - Notificazione telematica della citazione in opposizione al decreto ingiuntivo - Trasmissione del messaggio PEC intervenuto 21 sec. dopo il termine delle ore 21.00 dell'ultimo giorno utile per l'opposizione - Perfezionamento della notifica telematica per il notificante - Orario della ricevuta PEC generata dal gestore "giustizia" - Perfezionamento intervenuto il giorno successivo allo spirare del termine - Decadenza - Avvocato e procuratore - Compensi tariffe ed onorari - Rito speciale per gli onorari professionali degli avvocati ex art.14 D.lgs 150/2011 - Ambito di applicazione restrittivo - Controversie in merito alla sola determinazione del "quantum" - Configurabilità - Avvocato e procuratore - Compensi tariffe ed onorari - Contestazione dell'an della prestazione - Rito ordinario - Compatibilità - Rif.Leg. artt.147, 149, 155 cpc; artt.3, 14 D.lgs 150/2011; art.28 L.794/1942; art.16quater, 16septies DL 179/2012; art.3bis L.53/1994; art.6 Dpr 68/2005;

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
Responsabilità civile - Responsabilità sportiva - Sessione di "prove libere" di motociclismo - Piloti non professionisti - Immissione in pista senza il rispetto per la corsia di inserimento - Collisione con il motociclo procedente - Responsabilità da fatto illecito o aquiliana - Circuiti sportivi interdetti alla circolazione stradale - Art.2054 cc - Inapplicabilità - Regole di prudenza e perizia correlate allo sport praticato - Applicazione  Responsabilità da fatto illecito o aquiliana - Sessione di "prove libere" per non professionisti - Gara sportiva - Non configurabilità - Qualifica di consumatori - Configurabilità - Criteri e regime della prova ex art.2043 cc - Responsabilità dell'investitore - Concorso del gestore della pista per attività pericolose - Esclusione - Danno non patrimoniale - Macropermanente - Criterio tabellare - Pregiudizio da "cenestesi lavorativa" - Ricorrenza - Personalizzazione del danno - Liquidazione - Rif.Leg. artt.2043, 2050, 2059 cc; art.33 D.lgs 206/2005;

Opponenti soccombenti
Opposto vittorioso
Contratti bancari - Contratti bancari - Contratti di mutuo e  di finanziamento - Contratti monofirma - Prassi contrattuale Banca/cliente - Contratti strutturati come accettazione del cliente - Produzione della parte non firmataria - Equivalenza a sottoscrizione - Contratti bancari - Contratti con obbligo di forma scritta ab substantiam - Documenti disgiunti non contestuali - Suscettibilità - Rif.Leg. art.1845 cc; artt.50, 117 D.lgs 385/1993; art.2bis DL 185/2008;

Ricorrente parzialmente vittorioso
Resistente parzialmente soccombente
Istruzione pubblica e privata - Graduatorie supplenze ed immissioni in ruolo - Docenti di religione cattolica - Assunzioni a termine ex art.3 L.186/2003 - Successione abusiva di contratti a termine - Conversione del rapporto nei confronti della Pubblica Amministrazione - Preclusione - Istruzione pubblica e privata - Graduatorie e supplenze - Docenti di religione a tempo determinato - L.186/2003 - Previsione di graduatorie o classi di concorso - Insussistenza - Rapporto di lavoro con caratteri di specialità - Contrasto con la normativa comunitaria - Esclusione - Conversione del rapporto e/o risarcimento del danno - Esclusione - Impiego pubblico - Anzianità di servizio - Docenti di religione - Successione di rapporti di lavoro a termine - Diritto all'anzianità di servizio - Configurabilità - Lavoro rapporto - Lavoro a termine - Impugnazione del contratto a termine per irregolarità ex art.5 D.lgs 368/2001 - Termini decadenziali previsti ex art.32 L.183/2010 - Inapplicabilità - Rif.Leg. art.5 D.lgs 368/2001; artt.36, 63 D.lgs 165/2001; artt.1, 2, 3 L.186/2003;

Opponente soccombente
Opposto vittorioso
Professioni intellettuali - Inadempimento contrattuale - Mandati professionali - Collegamento funzionale - Inadempimento per mancata esecuzione dell'incarico qualificato come principale - Esclusione - Autonomia dei negozi - Prevalenza - Contratti in generale - Collegamento funzionale - Incarichi professionali - Nesso teleologico oggettivo fra i negozi ed intento soggettivo inteso ad un fine ulteriore - Esclusione - Autonomia dei mandati - Ricorrenza - Rif.Leg. artt.1322, 1325, 1341, 1372 cc;

Appellante soccombente
Appellato vittorioso
[APP TRIB BOLOGNA]  Notificazione telematica:a mezzo PEC - Notifica a mezzo PEC del ricorso in appello - Omessa allegazione della relata di notifica e dell'attestazione di conformità - Raggiungimento dello scopo - Effetto sanante - Citazione e costituzione delle parti - Notifica a mezzo PEC della copia dell'atto di appello e della procura privi di firma digitale (assenza della coccarda attestante) - Assoluta incertezza dell'identità della parte e del difensore - Esclusione - Raggiungimento dello scopo - Ammissibilità dell'Appello -Lavoro rapporto - Indennità sostitutiva del preavviso - Risoluzione del rapporto per mutuo consenso - Requisito dell'estinzione del rapporto di lavoro per atto unilaterale - Insussistenza - Indennità sostitutiva del preavviso - Esclusione - Rinunce e transazioni - Conciliazione sindacale - Rinuncia all'indennità sostitutiva del preavviso - Corresponsione dell'incentivo all'esodo ed importi ulteriori a titolo transattivo - Assoggettamento a contribuzione previdenziale - Esclusione - Rif.Leg. artt.1965, 2113, 2118 cc; art.434 cpc; art.12 L.154/1969 cc;

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
Assicurazione contratto - Azione diretta del danneggiato - Sinistro stradale - Terzo trasportato - Azione diretta nei confronti dell'assicurazione del veicolo trasportante - Onere di prova delle responsabilità dei conducenti e delle concrete modalità del sinistro - Esclusione - Danno non patrimoniale - Macropermanenti - Criterio tabellare - Componenti soggettive o dinamico-relazionali superiori alla media - Esclusione - Personalizzazione del danno - Preclusione - Liquidazione - Criteri - Rif.Leg. art.2059 cc; artt.141, 145, 148 D.lgs 209/2005;

Istanza dei ricorrenti. Accoglimento
Parere del Procuratore generale. Accoglimento
Matrimonio – Matrimonio celebrato secondo le norme di diritto canonico – Nullità del matrimonio canonico – Incapacità al consenso dell’un coniuge – id est : incapacità a contrarre matrimonio – Pronunzia definitiva di nullità della competente autorità giurisdizionale ecclesiastica – Competenza e giurisdizione civile italiana – Delibazione di sentenza ecclesiastica – Competenza per materia – Giudice ordinario civile delibante : – Corte di Appello – Competenza per territorio – Criterio di radicamento della competenza territoriale dell’autorità giurisdizionale italiana : – distretto (di Corte d’Appello) di attuazione della pronunzia – Delibazione di sentenza ecclesiastica – Rinvio di natura materiale (e non formale) ai requisiti stabiliti dalla legge italiana – in ispecie : statuizioni del giudice ecclesiastico esenti da contrarietà al principio di ordine pubblico interno – Rinvio normativo prescindente dal diritto internazionale privato – Violazione dei principii di buona fede e di affidamento incolpevole – Esclusione – Eccezione della "prolungata convivenza" – Insussistenza – Domanda congiunta di delibazione – Rilevanza e prevalenza esaustiva – Dichiarazione di efficacia nell’ordinamento italiano della sentenza ecclesiastica di nullità del matrimonio "concordatario" – Rif. Leg. art.8 L 121/1985; art.797 abrogato (vigente ratione temporis) cpc; art.64 L 218/1995;
[P.M.]

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Privilegi - Impresa artigiana - Crediti nei confronti della società in liquidazione giudiziale - Privilegio generale ex art.2571bis cc nuova formulazione - Esclusione - Privilegi - Criterio del rapporto fra capitale e fattore lavoro - Raffronto quantitativo - Elevata preminenza del capitale - Impresa artigiana - Privilegio - Criteri determinati dal Tribunale di Verona - - Lieve superamento dei limiti dimensionali art.3 L.443/1985 - Privilegio - Preclusione - Rif.Leg. art.2571bis cc; art.3 L.443/1985; art.1 RD 267/1942;

Ricorrenti vittoriosi
Resistenti soccombenti
Previdenza sociale - Fondi e Casse di previdenza - Ragioniere in quiescenza - Riliquidazione della pensione - Azione nei confronti della Cassa Nazionale dei Ragionieri e dei Periti - Delibere adottate dalla Cassa - Trattamento in pejus - Principio del pro rata rispetto alle anzianità maturate - Applicazione - Riliquidazione secondo modalità retributive - Configurabilità - Rif.Leg. artt.3 L.335/1995; art.1 L.296/2006;

Attori prevalentemente soccombente
Convenuti prevalentemente soccombente
Società – Società Semplice – Scioglimento di società – Scioglimento per conseguimento dell’oggetto sociale e per impossibilità di conseguirlo – Declaratoria – Consistenza del patrimonio e dell’ oggetto della Società Semplice in compendio immobiliare e nella sua gestione – Comunione ereditaria convenzionalmente sciolta – Rilevanza esaustiva – Registro delle Imprese – Cancellazione della Società Semplice dal Registro delle Imprese – Esclusione – Eventuale fase di liquidazione – Prevalenza – Liquidazione di società – Istanza di messa in liquidazione della disciolta Società Semplice – Inammissibilità – Scioglimento della società – Domande di rimborso per anticipazioni nell’interesse della società – Infondatezza – Lacunosità, imprecisione e scarsa attendibilità contabile – Inottemperanza all’onere della diligente allegazione e produzione – Istanza di CTU ‘riepilogativa’ – Inammissibilità – Rendiconto del socio amministratore di fatto – Cosa giudicata – Inammissibilità della domanda – Rif. Leg. artt.1110, 2259, 2272, 2909 cc;
[P.M.]

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Mutuo – Configurabilità e qualificazione di rapporto giuridico in termini (contratto di mutuo) – Esclusione – Bonifici bancari con causale "prestiti personali" – Irrilevanza – Assunzione di obbligo di restituzione – Insussistenza – Fatto costitutivo dell’azione esercitata a fini di restituzione – Inottemperanza all’onere della prova – Titolo della domanda proposta – Infondatezza – Diritto derivante dalla qualità soggettiva di mutuante – Insussistenza – Prove civili – Onere della prova – Ammissione del ricevimento di somme di denaro – Negazione da parte dell’accipiens di prestazione a titolo di mutuo – Valenza di eccezione in senso sostanziale – Inversione dell’onere della prova – Esclusione – Onere di allegazione, produzione e probatorio in merito al rapporto di mutuo gravante sul preteso mutuante – Procedimento civile – Istruzione probatoria e deduzioni istruttorie – Interrogatorio svoltosi in procedimento penale – Produzione della trascrizione successiva al compimento delle preclusioni istruttorie nel procedimento civile – Ammissibilità del mezzo di prova – Dichiarazione confessoria di corresponsione di somma di denaro a titolo gratuito – Rapporto di unione e convivenza more uxorio del solvens con l’accipiens – Finalità dell’acquisto di immobile – Donazione indiretta di quota di immobile – Spirito di liberalità – Causa legittimante l’insussistenza dell’assunzione di un obbligo di restituzione – Rif. Leg. artt.1813, 2697, 769, 2730, 2733, 2735 cc;
[P.M.]

Appellante vittorioso
Appellato soccombente
[APP GIUDICE di PACE] Impugnazioni (mat.civile) - Sentenza del Giudice di Pace all'esito di una domanda nei limiti del valore ex art.113 cpc - Controversia in tema di poteri esattivi - Diritti indisponibili - Appellabilità - Pronuncia in diritto - Appellabilità - Sanzioni amministrative - Ordinanza ingiunzione - Parma Gestione Entrate - Obbligo di iscrizione all'Albo dei Riscossori - Esclusione - Art.52 co.5 D.lgs 447/1996 nuova formulazione - Irretroattività - Legittimazione alla riscossione - Configurabilità - Sanzioni amministrative - Sentenza del Giudice di Pace - Erroneità per violazione dell'art.11 Preleggi - Legittimazione di Parma Gestione Entrate all'azione - Sussistenza - Rif.Leg. artt.11, 100, 113, 339 cpc; artt.52, 53 D.lgs 446/1997; art.32 D.lgs 151/2011; art.203 D.lgs285/1992; [RIFORMA INTEGRALE]

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Professioni intellettuali – Responsabilità civile: avvocato – Domanda di accertamento – Infondatezza – Assunzione di obbligazione di mezzi (e non di obbligazione di risultato) – Violazione del dovere di diligenza professionale (media) esigibile – Insussistenza – Inadeguatezza della prestazione (imperizia professionale) ai fini del perseguimento dello scopo (risultato) : – canone oggettivo di valutazione esperibile ex ante e non ex postid est : giudizio probabilistico in specie ad esito negativo – Controversia vertente su materia oggetto di orientamenti interpretativi (dottrinali e giurisprudenziali) oscillanti ed opinabili – Rilevanza – Responsabilità professionale dell’avvocato – Esclusione – Prove civili – Prova per testimoni: incapacità a deporre – Collaboratrice di studio legale – Rapporto di parentela con il cliente (assistito e patrocinato) – Ammissibilità (legittimità) della testimonianza (id est : ricorrenza della capacità a deporre) – in ispecie : attendibilità e credibilità della deposizione – Responsabilità professionale dell’avvocato – Excursus nei fatti di causa :DivorzioProcedimentoSentenza di divorzio non definitiva – Rimessione in istruttoria in punto ad "assegno di divorzio" – Nuovo matrimonio e sopravvenuto decesso dell’ex coniuge tenuto alla corresponsione dell’assegno (certezza nell’an ed incertezza nel quantum) – Estinzione del processo per mancata riassunzione della causa – Instaurazione di nuovo procedimento (di volontaria giurisdizione con ricorso a fini di modificazione delle condizioni di divorzio) – Perdita definitiva da parte dell’ex coniuge superstite del diritto a quota della pensione di reversibilità – Scelte procedimentali del cliente (assistito e patrocinato) "informato" – Prevalenza esaustiva – Peculiarità delle ragioni – Nesso causale tra condotta dell’avvocato e danno patito dal cliente – Insussistenza – Responsabilità professionale dell’avvocato – Insussistenza – Domanda di risarcimento proposta – Infondatezza e reiezione – Rif. Leg. artt.300, 303, 305 cpc; art.9 L 898/1970; art.5 L 263/2005; artt.1176, 1218 cc; art.246 cpc;
[P.M.]

Attore opponente vittorioso
Convenuto opposto soccombente
Terzo chiamato soccombente
Contratto di assicurazione – Polizza di garanzia assicurativa – Realizzazione di opere di urbanizzazione (società esecutrice) – Polizza assicurativa fideiussoria – Coobbligati garanti – Atto di coobbligazione per oneri ed obblighi di polizza – D.I. della Compagnia Assicuratrice portante somma per ratei di premi scaduti – (Premi relativi ad annualità successive alla scadenza contrattuale) – Legittimità e fondatezza dell’ingiunzione nei confronti della società garantita e dei garanti – Prescrizione – Diritto ai premi di polizza – Decorso del termine annuale dalla scadenza – Applicabilità della prescrizione breve – Infondatezza – Prescrizione ordinaria – Prescrizione ordinaria decennale del diritto – Fondatezza – Funzione di garanzia prevalente sulla funzione assicurativa – id est : prevalenza del rapporto contrattuale di fideiussione – Decorso e compimento del termine di prescrizione – Insussistenza – Polizza di garanzia assicurativa – Sopravvenuta revoca della concessione edilizia – Estinzione del fatto costitutivo delle obbligazioni assicurative fideiussorie – Effetto liberatorio – Esclusione – Inesigibilità dei premi – Infondatezza – Causa della fideiussione – Sussistenza (id est : permanenza) – Cessazione del rischio – Rilievo inconferente – Contratto di assicurazione – Azione di regresso – Compagnia Assicuratrice creditrice del contraente principale e dei coobbligati – Domanda dei coobbligati contro la società contraente principale – Fondatezza – Obbligazione solidale nell’interesse della società – Diritto di regresso dei coobbligati – Sussistenza – Fideiussione – Azione di regresso – Coobbligati in forza di polizza assicurativa fideiussoria – Posizione sostanziale di fideiussori – Azione di regresso – Fondatezza – Obbligazioni – Obbligazione solidale – Regresso tra condebitori – Legittimità e fondatezza – Principio e criterio applicativo dell’ "Interesse esclusivo" – Riferibilità in ispecie a società debitrice principale garantita – Ratio della coobbligazione – Ottemperanza – Rif. Leg. artt.1175, 1182, 1298, 1346, 1372, 1375, 1896, 1944, 1950, 2946, 2952 cc; artt.20, 215, 642, 645 cpc;
[P.M.]

Appellante soccombente in rito
Appellato vittorioso in rito
[APP G DI PACE BOLOGNA] Circolazione stradale – Contravvenzione (contestazione) – Violazione dei limiti di velocità – Infrazione contestata in loco – Verbale di accertamento elevato dalla Polizia Municipale – Ricorso al Prefetto – Reiezione – Ricorso in prime cure all’autorità giurisdizionale civile ordinaria (Giudice di Pace) – Accoglimento ed annullamento del provvedimento sanzionatorio – Procedimento civile – Legittimazione passiva – Opposizione ad Ordinanza Ingiunzione prefettizia – Autorità amministrativa (Prefettura) irrogante la sanzione – Legittimazione passiva esclusiva – Ente Territoriale (Comune) accertatore della violazione al codice della strada – Difetto di legittimazione passiva – Intervento in causa e litisconsorzio – Intervento volontario adesivo – Ente Territoriale (Comune) accertatore dell’infrazione alle regole della circolazione stradale – Intervento volontario nel I grado di giudizio (in assenza di citazione diretta) – Appello – Atto di appello – Appello avverso la sentenza di I grado sull’Opposizione ad Ordinanza Ingiunzione prefettizia – Proposizione del gravame da parte (del solo) Ente Territoriale accertatore (Comune) interveniente volontario in I grado – Contumacia dell’autorità amministrativa (Prefettura) irrogante la sanzione – Autonoma legittimazione all’impugnazione dell’Ente Territoriale accertatore (Comune) – Esclusione – Inammissibilità del gravame – Passaggio in giudicato (e conseguente conferma) della sentenza resa in prime cureSpese giudiziali – Regolamento delle spese: gradi precedenti – Ammissibilità dell’appello dell’interveniente ad adiuvandum – Irrilevanza nel merito in assenza dell’impugnazione della parte adiuvata – Rif. Leg. L 689/1981; DLgs 150/2011; artt.142, 208 DLgs 285/1992 (Codice della Strada); artt.91, 92, 105 cpc; art.13 DPR 115/2002; [INAMMISSIBILITÀ]
[P.M.]

Appellante vittorioso
Appellati soccombenti
[APP G DI PACE BOLOGNA] Circolazione stradale – Precedenza – Immissione di autovettura in strada a doppio senso di marciaViolazione dell’obbligo di concessione della precedenzaCollisione con motoveicoloElevata velocità del conducente il motoveicolo :a) inadeguatezza rispetto alle circostanze di tempo e di luogob) inadeguatezza per assenza di spazio di frenataColpa e concorso di colpa – Concorso di colpa paritario del conducente l’autovettura e del conducente il motoveicolo – Fondatezza – Colpa esclusiva del conducente l’autovettura – Infondatezza – Danni – Danni residuali di natura esclusivamente materiale e non fisica (alla persona) – Danno patrimoniale – Danni riportati dalla autovettura – Spese per il soccorso stradale – Spese per assistenza stragiudiziale – Danno patrimoniale – in ispecie : Danno da "fermo tecnico" – Risarcibilità in via puramente equitativa – Esclusione – Dimostrazione del necessario uso di auto sostitutiva (id est : certezza dell’ an del danno) – Imprescindibilità – Inottemperanza nel caso di specie all’onere della prova – Liquidazione equitativa – Quantum debeatur complessivo nella misura del 50% – Debito di valore – All’attualità debito di valuta – Riconoscimento degli interessi legali corrispettivi dalla pronunzia (di appello) al saldo – Spese per assistenza stragiudiziale – Spettanza degli interessi legali dalla domanda al saldo – Spese giudiziali – Soccombenza – Soccombenza in esito a gravame – Regolamento delle spese del giudizio di primo grado e di appello – Resistenza infondata alla domanda in prime cure – Condanna alle spese di entrambi i gradi di giudizio – Rif. Leg. artt.1223, 1226, 1282, 2043, 2054, 2056 cc; art.91 cpc; [RIFORMA INTEGRALE]
[P.M.]

Attore parzialmente vittorioso
Convenuti prevalentemente soccombenti
Procedimento civile – Legittimazione attiva – Aborto conseguente a fatto illecito extracontrattuale – Lesione del diritto alla genitorialità – Difetto di legittimazione attiva del padre a fini risarcitori – Infondatezza – Circolazione stradale – Responsabilità civile: azione contro il proprietario e l’assicuratore – Perdita di controllo dell’autovettura da parte del conducente‘Sbandata’ e collisione con autovetture in sosta – Terzo trasportato – Espulsione spontanea del feto (aborto) in esito al trauma patito – Domanda risarcitoria nei confronti del proprietario dell’autoveicolo e della Compagnia Assicuratrice (An Debeatur) – Fondatezza – Nesso causale – Eziologia dell’evento lesivo (morte del feto) nella collisione di autovetture – Rispondenza al criterio processual-civilistico della "preponderance of evidence" (id est : del "più probabile che non") – Asserzione del mancato uso delle cinture di sicurezza – Irrilevanza – id est : inottemperanza all’onere della prova – CTU di natura esplorativa – Esclusione – Danno da perdita parentale – Causato aborto e perdita del feto – Valutazione e liquidazione equitativa del dannoTabelle ‘Milanesi’ – Applicabilità diretta – Esclusione – Parametro meramente orientativo – Accoglimento parziale della domanda risarcitoria in punto di Quantum DebeaturDanno cagionato da cose in custodia – Infondatezza – Sinistro stradale (‘sbandata’ e collisione) in condizioni di visibilità e meteorologiche normali – Rilievo da parte dei Vigili Urbani intervenuti di buche (avvallamenti) nel manto stradale – Modalità di guida del conducente l’autovettura (in ispecie : velocità) – Rilevanza e prevalenza causale esclusiva – Plausibilità – Incidenza meramente ipotetica e non dimostrata di altro fattore causale – Domanda di manleva nei confronti dell’ente proprietario (Comune) della strada pubblica – Reiezione – Rif. Leg. art.172 DLgs 285/1992 (Codice della Strada); artt.1223, 1226, 2043, 2051, 2056, 2059 cc;
[P.M.]

Appellante vittorioso
Appellato soccombente
[APP G DI PACE BOLOGNA] Appello civile – Motivi di appello – Pronunzia in prime cure secondo equità – Eccezione di inappellabilità della sentenza – Reiezione – Motivi di impugnazione attinenti a "principi superiori di diritto" – Appello "limitato" – Legittimità (ed ammissibilità) del proposto gravame – Responsabilità civile – Responsabilità da fatto illecito o aquiliana – Inadempimento contrattuale di Compagnia Aerea – Domanda di risarcimento del viaggiatore – Accoglimento in prime cure e condanna in solido al risarcimento della Compagnia Aerea e dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) – in ispecie : omessa informazione da parte della P.A. preposta dell’impedimento ad adempiere della Compagnia Aerea – (id est : Responsabilità da fatto illecito o aquiliana della P.A.) – Illegittimità ed infondatezza della pronunzia – Competenza e giurisdizione civile – Giurisdizione ordinaria ed amministrativa – Omesso esercizio della P.A. di poteri di controllo, sorveglianza ed intervento – in ispecie : mancato esercizio di poteri (non vincolati) implicanti l’esercizio di un apprezzamento discrezionale in merito ad un pubblico servizio – Violazione dei "limiti esterni" della discrezionalità (id est : imparzialità, correttezza e buona fede) :configurabilità di i) responsabilità aquiliana della P.A. e della risarcibilità dei danni conseguenti alla violazione di interessi legittimi – ii) giurisdizione dell’Autorità Giurisdizionale Ordinaria civile – Infondatezza ed illegittimità – Interesse individuale ricompreso in interesse pubblico – Situazione giuridica soggettiva propriamente di diritto soggettivo – Insussistenza – Situazione giuridica soggettiva di interesse legittimo – Sussistenza – Interesse legittimo pretensivo\ oppositivo – Lesione e risarcimento per il danno derivatone (causalità diretta) – Giurisdizione dell’Autorità Giurisdizionale Amministrativa – Giurisdizione esclusiva – Inammissibilità della domanda risarcitoria per difetto di giurisdizione del giudice civile ordinario adìto in prime cureRif. Leg. artt.112, 113, 114, 339 cpc; Reg. CE 1008/2008; art.2 DLgs 250/1997; art.2043 cc; artt.7, 133 DLgs 104/2010 (Codice del Processo Amministrativo); [RIFORMA INTEGRALE]
[P.M.]

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
Vendita – Vendita di cosa mobile – Componenti per motocicliMateriale costitutivo (id est : acciaio) non conformeDifformità dalla specificazione dell’ordineInidoneità all’assolvimento della funzioneAliud pro alioBene compravenduto non riconducibile alla specie di bene oggetto del negozio di vendita concluso – Diversità integrante aliud pro alio – Fondatezza – Esperibilità dell’ordinaria azione di risoluzione per inadempimento – Garanzia per vizi della cosa venduta – Vizio (difetto) della cosa venduta – Fondatezza – Esperibilità dell’azione redibitoria – Vendita di cosa mobile – Declaratoria di risoluzione del contratto e diritto al risarcimento del danno – Domanda nuova – Domanda di restituzione del prezzo pagato – Insussistenza in atto di citazione – Domanda limitata al risarcimento – Udienza di prima comparizione – Proposizione (con la prima memoria) della domanda di condanna alla restituzioni – Ammissibilità – Mera emendatio libelli(Applicazione di Corte di Cassazione, Sezioni Unite, sentenza n. 12310 del 2015) – Fattispecie genetica della domanda immutata (inadempimento\ causa petendi) – Modifica legittima del petitum – Limite del rispetto del diritto di difesa – Ricorrenza nel caso di specie – (Fondatezza nel merito della domanda) – Danni – Valutazione e liquidazione – Liquidazione equitativa – Attinenza ai costi patiti dal committente (acquirente) nel rapporto con il cliente finale – Spese giudiziali – Compensazione parziale – Mutamento giurisprudenziale in merito ai limiti di ammissibilità della domanda nuova – Rilevanza ai fini del regolamento delle spese del grado – Esito della compensazione parziale – Rif. Leg. artt.1223, 1225, 1226, 1227, 1453, 1490, 1493, 1494 cc; artt.92, 183 cpc;
[P.M.]

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Professioni intellettuali - Responsabilità civile: avvocati - Parte civile nel procedimento penale - Difetto di valida querela per vizi del mandato - Esito negativo dell'azione penale - Azione restitutoria dei corrispettivi versati a titolo di risarcimento del danno conseguente all'inadempimento - Preclusione - Azione risarcitoria ed azione restitutoria - Incompatibilità - Danno non patrimoniale - Parte civile - Diritto all'accertamento della responsabilità penale - Danno non patrimoniale per asserita violazione del diritto - Incongruità - Rif.Leg. artt.1176, 1455, 1458 cc;

Attrice opponete vittoriosa
Convenuta opposta soccombente
Contratti in generale – Preliminare del contratto – Compravendita immobiliare – Parte promittente venditrice – Assunzione dell’obbligo di ottenimento delle autorizzazioni amministrative per la trasformazione del bene oggetto di alienazione – id est : trasformazione della destinazione d’uso : da "soffitta" a locale ad "uso abitazione" – (Deduzione in contratto quale condizione sospensiva degli effetti del negozio concluso tra le parti) – Interpretazione del contratto preliminare – Parte promittente venditrice – Ulteriore implicita assunzione dell’obbligo di rifacimento del coperto (tetto) – Duplice CTU – Impossibilità di mutamento della destinazione d’uso dell’immobile prescindendo dal rifacimento del coperto – Causa del contratto – Causa del contratto preliminare – Estensione – id est : Comprensione dell’elemento del rifacimento del coperto – Preclusione della trasformazione d’uso dedotta in contratto in assenza di ristrutturazione del tetto – Rilevanza obiettiva – Inadempimento del preliminare – Intervenuto ottenimento da parte della promittente venditrice delle autorizzazioni amministrative ai fini del compimento dei lavori – (Fattispecie attinente ad immobile di origine rinascimentale soggetto a tutela della Soprintendenza per i beni architettonici) – Inadempimento della promittente venditrice dell’obbligo di rifacimento del coperto – Risoluzione per inadempimento – Domanda (riconvenzionale) della parte promissaria acquirente di risoluzione del preliminare di vendita per inadempimento della promittente venditrice – Fondatezza – Domanda della parte promissaria acquirente di condanna alla restituzione del doppio della caparra conferita alla stipula del preliminare – Fondatezza – Caparra – Caparra confirmatoria – Disciplina derogatoria – Esclusione – Previsione nel contratto preliminare della mera restituzione tout court della caparra esclusivamente nel caso del mancato rilascio delle autorizzazioni amministrative (ai fini della trasformazione della destinazione d’uso del bene oggetto del preliminare di vendita) – Irrilevanza – Clausola relativa a circostanza non imputabile alla promittente venditrice – Attinenza della clausola al regolamento operante nel caso de quo – Infondatezza – Rif. Leg. artt.1325, 1350, 1351, 1353, 1362, 1385, 1453, 1455 cc; art.196 cpc; DLgs 42/2004;
[P.M.]

Appellante soccombente
Appellato vittorioso
[APP TRIB RIMINI] Edilizia residenziale pubblica – Edilizia residenziale convenzionata – Cooperativa edificatrice comprensoriale – Alloggio in ispecie su area privata – Atto unilaterale d’obbligo – Attinenza al prezzo massimo di cessione – Assegnazione a prezzo superiore – Indebito pagamento dell’assegnatario – Contestazione da parte della Cooperativa del Quantum maggiore nel prezzo praticato – Insussistenza – Contestazione da parte della Cooperativa dell’An del prezzo determinato secondo le Convenzioni e l’Atto unilaterale d’obbligo – id est : prezzo inferiore al costo (di edificazione) in concreto sostenuto – Annullabilità del contratto – Squilibrio del sinallagma contrattuale in punto di corrispettività – Errore essenziale e riconoscibile della Cooperativa edificatrice cristallizzato (nelle convenzioni e) nell’atto unilaterale d’obbligo – Infondatezza – Atti amministrativi – Potere di disapplicazione del giudice ordinario – Atto amministrativo incidente su diritti soggettivi – Disapplicazione da parte del giudice civile ordinario – Infondatezza – Situazione giuridica soggettiva di interesse legittimo propria della Cooperativa a fronte del potere di ingerenza della P.A. – Nullità del contratto – Atto di assegnazione di alloggio (atto di vendita) – Nullità parziale – Sostituzione legale della clausola attinente al prezzo – Inserimento di diritto nel contratto della clausola ex lege – Prevalenza delle norme imperative sulle norme contrarie di ordine pattizio senza pregiudizio per la validità dell’atto (di assegnazione\ vendita) – "Abuso del diritto" nell’esercizio dell’azione – Infondatezza – Ottemperanza al dovere di correttezza e buona fede dell’assegnatario\ acquirente – Interesse ad agire dell’assegnatario\ acquirente – Rilevanza e prevalenza esaustiva – Rif. Leg. artt.7, 8 L 10/1977; L 457/1978; artt.1175, 1375, 1419, 1427, 1429, 1431, 1442 cc; art.5 L 2248/1865 ("All.to E"); art.2 DM 10.05.1977, n. 801; art.23 L 179/1992; art.18 DPR 380/2001; art.100 cpc;
[P.M.]

Attore prevalentemente soccombente
Convenuto parzialmente soccombente
Contratti in generale – Oggetto del contratto – Commissione di barriere optoelettriche di sicurezza per cabine antirapina (utilizzate in "bussole" all’ingresso di banche) – Vizi del software – Correzione e persistenza dei difetti – Finale inidoneità alla funzione – Malfunzionamenti del firmware – Eccezione di realizzazione di "progetto\ prototipo" in collaborazione con il committente e non di "fornitura" – Prodotto non presente in catalogo – Oggetto del contratto – CTU – Nuova applicazione di tecnologia nota – Errori progettuali – Prestazione di "prototipazione" – Adempimento – Prestazione successiva di offerta formalizzata di campionatura di prototipi con software provvisorio – Inadempimento – Interpretazione del contratto – Comprensione e prevalenza nella prestazione di facere e dare – Esclusione – Contratto di subappalto – Esclusione – Trasferimento di un bene determinato – Rilevanza e prevalenza esaustiva della prestazione di "dare" – Negozio di vendita – Sussistenza – Vendita di cosa mobile – Inadempimento del venditore\ fornitore – Proposizione della domanda di risoluzione del contratto da parte del committente – Insussistenza – Diritto del committente alle restituzioni – Esclusione – Diritto del committente a risarcimento del danno – Sussistenza – in ispecie: danno all’immagine – Inottemperanza del committente all’onere della prova – Rif. Leg. artt.1460, 1495, 1510, 1656 cc;
[P.M.]

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
Fallimento – Fallimento delle società – S.r.l. – Socio di maggioranza e amministratore – (i) Ingente corresponsione ad altra società (detenuta per la totalità delle quote con carica di socio unico) – Risultanze contabili e contro prestazioni effettive e commisurate – Insussistenza – (ii) Corresponsioni a promoter – Sproporzione rispetto ai precedenti esercizi – Pagamenti in contanti – Risultanze contabili – Insussistenza – Documenti comprovanti prestazioni in favore della società – Insussistenza – (iii) Somme indebitamente restituite a titolo di rimborso finanziamento soci – Prova documentale – Atti coevi alla necessità di conferimento di capitale societario – Azione di responsabilità del Curatore fallimentare – Fondatezza – Esercizio nei confronti dell’amministratore e socio di maggioranza della società fallita – Attività di distrazione e mala gestio – Responsabilità risarcitoria e restitutoria nei confronti della Curatela fallimentare – Rif. Leg. artt.33, 146 Lg. Fall.re (RD 267/1942); art.2467 cc;
[P.M.]

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Arbitrato – Clausola compromissoria – Improcedibilità della domanda proposta avanti l’ago – Infondatezza – Mancato adeguamento della clausola compromissoria allo jus superveniens (nomina degli arbitri) – Nullità della clausola – Società – S.r.l. – Amministratore Unico – Locazione di beni immobili societari – Disdetta tardiva del contratto in atto (inottemperanza al termine di preavviso) – Violazione dei doveri di diligenza e professionalità – Fondatezza – Azione di responsabilità esercitata dai soci – Infondatezza – Danno causato dall’Amministratore Unico alla società (corrispondente al maggior canone di locazione non percepito) – Insussistenza – Disponibilità della società locataria (conduttrice) disdettata alla conclusione di un nuovo contratto di locazione alle diverse condizioni richieste dalla società locatrice – Inottemperanza all’onere della prova – Accettazione (da parte della conduttrice) della proposta contrattuale (della locatrice) – Insussistenza – id est : mere consultazioni sul nuovo accordo – Fatto oggettivo e reale della perdita societaria – Insussistenza – Condotta dell’Amministratore Unico in nesso di causalità con un danno patito dalla società amministrata – Esclusione – Contratto effettivamente concluso : – miglioramento reddituale ottenuto dalla locatrice – Rilevanza esaustiva – Rif. Leg. art.34 DLgs 5/2003; art.29 L 392/1978; artt.1176, 2476 cc; art.254 cpc;
[P.M.]


 
Ricerca generale
Ricerca per voci
Area riservata utenti
Corte d'Appello di Bologna
Tribunale dei minori di Bologna
Tribunale di Bologna
Tribunale di Ferrara
Tribunale di Forlì-Cesena
Tribunale di Modena
Tribunale di Parma
Tribunale di Piacenza
Tribunale di Ravenna
Tribunale di Reggio Emilia
Tribunale di Rimini
Giudici di Pace
 
Massime dell'aggiornamento
Note e commenti
dr. Luciano Varotti (Consigliere Corte d'Appello di Bologna)
CORSO DI FORMAZIONE PER GESTORI DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - Il sovraindebitamento e il piano del consumatore
La legge 27 gennaio 2012 n° 3 si propone di dettare misure in materia di usura e di crisi da sovraindebitamento. Ricorda molto una fenice, il noto uccello mitologico famoso per il fatto di risorgere dalle proprie ceneri dopo la morte, se è vero – come lo è – che essa venne preceduta dal DL 22 dicembre 2011 n° 212 ("disposizioni urgenti per l’efficienza della giustizia civile"), le cui disposizioni vennero abrogate dalla legge di conversione del 17 febbraio 2012 n° 10, per risorgere – per l’appunto – con la legge n° 3 del 2012. L’originario impianto normativo contenuto in questa legge venne poi stravolto dall’intervento effettuato con il d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221, grazie al quale siamo arrivati alla attuale formulazione del testo normativo. Direi però che, invece di rinascere giovane e potente, la legge n° 3 ha assunto la forma di un Cerbero, un mostro mitologico tricefalo con un unico corpo: c’è solo da augurarsi che essa non duri 500 anni, come la vera Fenice.
dr.ssa RossellaTalia (Presidente Tribunale di Rimini)
LINEE GUIDA in materia di istanze ex art. 492 bis c.p.c. – 155 quinquies disp. att. c.p.c.
In attesa della operatività dell’accesso alle banche dati da parte dell’ufficiale giudiziario ex art. 492 bis c.p.c. – coincidente con l’inserimento di ciascuna delle banche dati nell’elenco pubblicato sul portale dei servizi telematici (art. 155 quater comma 1 e art. 155 quinquies comma 2 disp. att. c.p.c. nel testo novellato dalla Legge 6 agosto 2015 n. 132, di conversione con modificazioni del Decreto Legge 27 giugno 2015 n. 83) – la ricerca da parte del creditore con modalità telematiche di beni ai fini del pignoramento mobiliare o presso terzi è disciplinata dall’art. 155 quinquies disp. att. c.p.c. in relazione all’art. 492 bis c.p.c.
Avv. Giuseppe Villone (Foro di Bologna)
Brevi note sulle notificazioni in proprio eseguite a mezzo PEC a seguito del D.M 48/2013 e sul Protocollo sulle notificazioni tramite PEC dell’Osservatorio della Giustizia Civile di Bologna del 21 luglio 2014
La possibilità di effettuare notificazioni a mezzo PEC in proprio da parte degli avvocati ai sensi della L. 53/1994 rappresenta indubbiamente forse una delle più significative recenti semplificazioni degli innumerevoli adempimenti formali cui il legale che svolge essenzialmente attività giudiziale è chiamato. Come non ricordare le interminabili code presso gli uffici dell’UNEP per notificare un atto, per poi tornare nuovamente a ritirare l’originale rilasciato dall’ufficiale giudiziario, senza peraltro alcuna sicurezza sul buon esito della notificazione quando il notificando risultava irreperibile e/o trasferito...
Avv. Ciro Giuliano (Foro di Modena)
La scissione parziale come modalità esecutiva di una proposta di concordato preventivo con continuità aziendale
Il Legislatore ha previsto il concordato con continuità aziendale, ipotizzando sia la "prosecuzione dell’attività di impresa da parte del debitore", sia "la cessione dell’azienda in esercizio ovvero il conferimento dell’azienda in esercizio in una o più società, anche di nuova costituzione" (art. 186-bis, L. Fall. Nel primo caso, viene data allo stesso imprenditore la possibilità di uscire dallo stato di crisi, pagando solo in parte i propri debiti e destinando allo scopo solo una parte del suo patrimonio e del cash-flow generato dalla prosecuzione dell’attività d’impresa...
vedi elenco completo...